Sequestrati falsi gadget dei Red Hot Chili Peppers, Iron Maiden e Green Day

Nei guai un imprenditore italiano cinquantenne denunciato alla Procura della Repubblica di Torino per i reati di ricettazione e contraffazione. 

Sequestrati falsi gadget dei Red Hot Chili Peppers, Iron Maiden e Green Day
Cronaca 14 Ottobre 2016 ore 15:38

Nei guai un imprenditore italiano cinquantenne denunciato alla Procura della Repubblica di Torino per i reati di ricettazione e contraffazione. 

La Guardia di Finanza di Torino ha concluso, nei giorni scorsi, un’operazione nel settore del contrasto alla contraffazione dei marchi. I Baschi Verdi del Gruppo Torino, che hanno condotto l’attività, hanno individuato un noto negozio della centralissima Via Garibaldi, dove venivano venduti migliaia di articoli contraffatti. Sono stati sequestrati migliaia di articoli di abbigliamento, accessori e gadgets dei più noti gruppi musicali del momento, quali Red Hot Chili Peppers, Iron Maiden e Green Day. I prodotti sequestrati, del tutto identici a quelli venduti dal merchandising ufficiale, sarebbero stati venduti ad un prezzo leggermente più basso di quello praticato per gli originali. Nei guai un imprenditore italiano cinquantenne denunciato alla Procura della Repubblica di Torino per i reati di ricettazione e contraffazione.