Cronaca
L'intervento

Spaccio ai tornelli della fermata della metro Bernini a Torino: arrestato pusher

L'episodio è avvenuto nel pomeriggio di martedì 28 aprile.

Spaccio ai tornelli della fermata della metro Bernini a Torino: arrestato pusher
Cronaca Torino, 03 Maggio 2020 ore 14:40

Spaccio ai tornelli della fermata della metro Bernini a Torino: arrestato pusher. L'episodio è avvenuto nel pomeriggio di martedì 28 aprile.

Spaccio ai tornelli

Un senegalese di 23 anni è stato arrestato per presunto spaccio nel pomeriggio di martedì 28 aprile dal personale della Squadra Volante. Gli agenti hanno notato in Piazza Bernini, vicino all’angolo con via Medici, nei pressi dell’imbocco della metropolitana, un cittadino italiano sospetto che, alla vista della pattuglia, si incamminava per le scale sotterranee, salvo poi risalire in superficie dopo pochi secondi. L’uomo guardava nervosamente il cellulare come se stesse attendendo un messaggio. Ritenendo potesse trattarsi di un tossicodipendente in attesa del pusher, i poliziotti lo tenevano d’occhio a distanza, fin quando l’uomo non scendeva nuovamente le scale della fermata.

L'intervento

Gli agenti lo seguivano ed in corrispondenza dei tornelli notavano un soggetto di colore che veniva avvicinato dal probabile acquirente. Quest’ultimo, alla vista della polizia, fuggiva in direzione dell’uscita di via Medici, senza completare lo scambio pattuito (una dose di cocaina per la somma di 35 €) ma qui trovava altro personale della Squadra Volante a trattenerlo. Il pusher, un ventitreenne di origine senegalese, avrebbe opposto una forte resistenza al controllo e con una manovra fulminea, durante la fase del fermo, avrebbe inghiottito qualcosa.

L'arresto

Infatti, non veniva rinvenuto stupefacente addosso alla sua persona ma soltanto la somma di 135 € in banconote di piccolo taglio. Il giovane è stato tratto in arresto per detenzione di sostanza stupefacente e resistenza a pubblico ufficiale; lui e l’acquirente sono stati altresì sanzionati per la violazione delle disposizioni in merito alle misure di contenimento per il Covid-19.