Cronaca

Stufe a pellet e mobili rubati arrestato

In carcere anche una coppia per furto di elettricità.

Stufe a pellet e mobili rubati arrestato
Cronaca 24 Marzo 2018 ore 12:40

Stufe a pellet e mobili rubati. Questo e molto altro è stato trovato dai carabinieri durante la perquisizione di un magazzino. Arrestato un uomo di 40 anni di origini rumene.

Stufe a pellet e mobili rubati

Nel magazzino i carabinieri hanno trovato 3 stufe a pellet rubate a Castellamonte il 4 luglio 2016. E poi una finestra Velux, rubata a Nole. C’era anche vario materiale Chicco e Giordani, tra cui culle e lettini, aerosol e biberon, rubati a Nichelino, e 1000 litri di olio per motori marca Q8.

Ruba energia e gas da anni arrestato

Arrestato

Il magazzino e tutta la merce che era custodita all’interna era di un romeno di 40 anni, domiciliato al confine tra Borgaro e Torino, in strada del Villaretto 35. Questo è stato arrestato dai carabinieri di Leinì per ricettazione. La refurtiva, del valore di 45mila euro, è stata restituita ai legittimi proprietari. Intanto sono ancora in corso gli accertamenti per risalire alla provenienza dell’olio per motori.

Allaccio abusivo

Il sopralluogo sull’area esterna confinante con l’outlet del rubato, ha evidenziato l’esistenza di un allaccio abusivo alla rete elettrica. Gli accertamenti dei carabinieri hanno permesso di identificare i clienti e di arrestare Carmen B., 44 anni, domiciliata a Torino, in strada del Villaretto, sottoposta a sorveglianza speciale, e il convivente Jordan P., 46 anni, disoccupato, per furto. Si è accertato, con l’ausilio di due tecnici Enel, che la coppia alimentava la propria abitazione dal 2015 mediante allaccio diretto alla rete elettrica pubblica.