Sversamento di idrocarburi nelle acque, incontro tra azienda e sindaci

Presenti i primi cittadini di Brandizzo, Settimo e Volpiano.

Sversamento di idrocarburi nelle acque, incontro tra azienda e sindaci
Rivarolo, 04 Gennaio 2020 ore 16:45

Dopo lo sversamento di idrocarburi nelle acque incontro tra azienda e sindaci di Brandizzo, Volpiano e Settimo.

Sversamento di idrocarburi nelle acque

Nei giorni scorsi i sindaci di Brandizzo, Paolo Bodoni, di Settimo Torinese, Elena Piastra e di Volpiano, Emanuele De Zuanne hanno incontrato i rappresentanti della Società ENI. Nel corso dell’incontro, Eni ha illustrato le attività che sta effettuando per il celere ripristino delle aree interessate dagli sversamenti conseguenti gli eventi meteorologici del 23 e 24 novembre scorsi. Le piogge hanno messo in crisi il sistema fognario che convoglia le acque reflue industriali all’impianto di trattamento: l’acqua defluita dal sito, verso le aree agricole, mista alle acque reflue contenenti residui di idrocarburi, raggiungendo le aree agricole limitrofe al sito industriale nei Comuni di Volpiano, Brandizzo e Settimo Torinese, interessando in parte la rete idrica dei tre Comuni.

Valutazione dei rischi

A seguito di questi eventi Eni, si è immediatamente attivata, attraverso il coinvolgimento delle ditte ambientali incaricate, ponendo in atto tutte le misure per la messa in sicurezza e ripristino sia delle aree interne, sia delle aree esterne dei tre Comuni interessate dal deflusso delle acque miste ad idrocarburi. Nello stesso incontro è stato affrontata la necessità di una più attenta valutazione dei rischi specifici di natura idrogeologica del territorio di riferimento affinché, con il concorso di azioni sia pubbliche che private, si pongano in essere le più adeguate forme di mitigazione per scongiurare il ripetersi di simili episodi anche nel breve-medio periodo.

Analisi e monitoraggi

Eni ha altresì assicurato che completerà le indagini al fine di individuare tutte le aree interessate dall’evento comprese nei territori dei tre Comuni, continuando a monitorare, mediante analisi di laboratorio, le acque del torrente Bendola, al fine di escludere definitivamente la presenza di idrocarburi. A fronte delle azioni messe in atto da ENI, l’azienda stessa, nel rispetto del clima di piena collaborazione che ha caratterizzato gli incontri con i Comuni, si impegna a condurre qualsiasi attività necessaria al fine di ripristinare la normalità del territorio interessato, anche attraverso incontri periodici tra le parti al fine di condividere lo stato delle attività, fino al ripristino definitivo delle condizioni originarie dei territori coinvolti.