Cronaca
Sparone

Taglio del nastro per il rinnovato peso pubblico cittadino

Una spesa 12 mila euro circa più iva per un servizio che rimarrà aperto h24 7 giorni su 7.

Taglio del nastro per il rinnovato peso pubblico cittadino
Cronaca Alto Canavese, 07 Marzo 2020 ore 16:53

Taglio del nastro per il rinnovato peso pubblico di Sparone: potrà essere utilizzato da tutta la Valle Orco.

Nuovo peso pubblico di Sparone

Amministrazione comunale riunita, alla presenza di cittadini e forze dell’ordine, nelle settimane passate a Sparone per il taglio del nastro della ristrutturata pesa pubblica cittadina. L’iniziativa è stata l’occasione per rimettere in funzione, dopo un’opera di ammodernamento, un servizio sul quale il Comune valligiano crede fortemente.

Strumento per la comunità

«Questo peso pubblico non sarà a disposizione solo della nostra comunità - spiega il consigliere Marco Piovanelli, che nel gruppo capitanato dal sindaco Maria Laura Nugai ha le deleghe alle Attività Produttive, alla Tutela e valorizzazione Ambiente e Territorio, alle Energie Rinnovabili ed al Commercio - Potrà, infatti, essere utilizzato da tutta la Valle Orco, viste pure le caratteristiche specifiche dello strumento». Il quale non solo è in grado di pesare dai mezzi piccoli sino a quelli decisamente più ingombranti e capienti (vedere, per esempio, i bilici), ma sarà attivo 24 ore su 24. «Questo perché rispetto a prima, dove sii era legati ad una gestione che non sempre poteva garantire l’apertura 365 giorni all’anno, adesso possiamo contare su una strumentazione completamente automatizzata, che quindi permette di usufruire del peso in qualsiasi periodo del giorno e dell’anno».

La spesa

L’investimento globale è pari a 12 mila euro circa (a cui va aggiunta anche l’iva): «Sin dal nostro insediamento in Municipio abbiamo creduto nelle potenzialità di questo servizio - conclude Piovanelli - Era però necessario un intervento di ammodernamento, dato che il rischio era quello che potessero insorgere problemi futuri alla struttura. La quale, ripeto, penso possa essere davvero di pubblica utilità per tutti i paesi della nostra zona».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter