Tarip, anche a Robassomero i chip nei bidoni dell'immondizia

Si è svolto un incontro per spiegare alla popolazione il nuovo meccanismo.

Tarip, anche a Robassomero i chip nei bidoni dell'immondizia
Lanzo e valli, 03 Luglio 2018 ore 14:44

Tarip anche a Robassomero. Dal primo gennaio 2019. La serata di presentazione si è tenuta giovedì 28 giugno. Nell'anfiteatro “Fabrizio De Andrè”.

Tarip spiegata ai cittadini

In oltre duecento hanno partecipato all'incontro. Parecchi sono rimasti fuori dal fabbricato. Ma sono rimasti ad ascoltare quanto raccontato dagli incaricati Cisa. Con la tariffazione si chiede uno sforzo maggiore alla cittadinanza. Per non incorrere nelle sanzioni. Che scatteranno per i Comuni nel 2020.

Sostituzione cassonetti

Nelle prossime settimane verranno censiti i cassonetti a ogni domicilio. S'assegnerà un codice a ciascuna famiglia. Installando i microchip sui contenitori della raccolta differenziata. L'operazione vale 12.50 euro a famiglia. Il Comune ha ottenuto un finanziamento regionale che copre per 11 euro la maggiore spesa. Si punta a giungere al 15% di risparmio, pari a 37 mila euro. Così d'ammortizzare l'investimento in un anno.

Cosa cambia nel “porta a porta”?

Sarà conteggiato il numero degli svuotamenti dei bidoni dell'indifferenziato. Si pagherà quanto si produce. La parte fissa continuerà a essere calcolata in base alla superficie dell' immobile e al numero d'occupanti. Si sono fissati degli svuotamenti minimi per ammortizzare i costi iniziali.