Tracce della Sindone: un tesoro in Val di Lanzo

La devozione delle genti di montagna.

Tracce della Sindone: un tesoro  in Val di Lanzo
16 Luglio 2018 ore 08:26

Tracce della  Sindone: un tesoro in Val di Lanzo. Documenti e reperti storici.

Tracce della Sindone: un tesoro in Val di Lanzo

Davvero numeroso il  pubblico ha partecipato nel pomeriggio di sabato 17 luglio alla presentazione sul tema sulle  “Tracce della Sindone”. Un interessante incontro con Marino Periotto e Marinella Fugazza che hanno cercato di documentare e fotografare tutte le opere e manifestazioni di devozione lungo le montagne e le Valli di Lanzo sulla Sacra Sindone per poi raccoglierle in un’opera ampiamente illustrata.

Caffè Culturali

La presentazione si è tenuta al Caffè Rocciamelone, per la rassegna dei periodici Caffè Culturali, con la collaborazione dell’Amministrazione Comunale e della Pro Loco. In sala erano presenti anche il vice sindaco Carlo Gabriele ed una rappresentanza della Pro Loco. L’assessore Alberto Guerci accompagnato dallo storico Milo Julini hanno introdotto l’evento culturale e intervistato gli autori.

Documenti e reperti storici

E’ stato possibile per i presenti scoprire le molte tracce, i documenti e i reperti storici ed artistici documentanti il culto Sindonico nelle Valli di Lanzo attraverso le fotografie di Marino Periotto e Marinella Fugazza, autori del volume presentato con l’ausilio di una proiezione di immagini “Sulle tracce della Sindone” che hanno mostrato queste importanti testimonianze. Molto interessate le persone in sala che hanno seguito con attenzione le vicende di un documento fondamentale della storia sabauda ed italiana.