Amici delle vecchie ruote: un successo il raduno di Salto frazione di Cuorgnè

Una colorata passerella di oltre sessanta mezzi storici.

Amici delle vecchie ruote: un successo il raduno di Salto frazione di Cuorgnè
Cultura Rivarolo, 19 Gennaio 2020 ore 11:36

Amici delle vecchie ruote: un successo il raduno di Salto frazione di Cuorgnè. Una colorata passerella di oltre sessanta mezzi storici.

Amici delle vecchie ruote

Una colorata passerella di oltre sessanta mezzi storici ha caratterizzato domenica, 12 gennaio, l’ottava edizione del Raduno invernale di auto e moto d’epoca, organizzato a Salto dal Club Amici delle vecchie ruote. La manifestazione, con il secondo Memorial Angela Poro Marchetti, non ha deluso le attese. Fin dalle prime ore della mattinata in tanti appassionati e curiosi si sono ritrovati in frazione per gremire la piazza davanti alla chiesa parrocchiale del paese e ammirare macchine e motociclette che hanno fatto la storia della mobilità a due e quattro ruote.

Le più ammirate

Tra le più ammirate e fotografate un Dodge T214 WC 52 alimentato a benzina, costruito nel 1942 di proprietà di Franco Chiabotti di Pont. Il veicolo, utilizzato dall’Esercito degli Stati Uniti nel corso della Seconda Guerra Mondiale, sbarcò nell’Italia meridionale e contribuì alla liberazione del Bel Paese. Oltre alle tante Fiat 500, Lancia e Maggioloni, a rubare l’occhio ci ha poi pensato una fiammante Harley Davidson originale, modello WLA, sempre del ’42 con caratteristico sidecar. Un mezzo di proprietà del torinese, Bruno Golzio, che ha attirato l’attenzione anche del sindaco cuorgnatese, Beppe Pezzetto, e del consigliere presidente del Valli del Canavese Trial Team, Vanni Crisapulli, presenti al raduno insieme al consigliere regionale, Mauro Fava.

La parola a Davide Bevilacqua

«E’ stata una bella iniziativa, giunta quest’anno alla sua ottava edizione – ha spiegano Davide Bevilacqua del Club Amici della vecchie ruote che conta più di 150 tesserati – Hanno partecipato oltre 60 mezzi, provenienti da Torino, Canavese e persino dal cuneese e Valsesia. Siamo soddisfatti dell’esito del raduno. Un ringraziamento doveroso va al Comune di Cuorgnè, che ci ospita, alla famiglia Aimonino e agli Amici di Salto che hanno offerto la merenda e un gustoso aperitivo a tutti i partecipanti». I prossimi appuntamenti per gli aficionados delle «vecchie ruote» sono l’8 marzo con il raduno di Sparone e a giugno a Canischio con l’edizione 2020 del tradizionale evento di auto e moto d’epoca collegato al Memorial Cristian Ronchetto.