Cultura

Asl To4 presente al festival della lettura "La grande invasione"

Due eventi con due realtà differenti.

Asl To4 presente al festival della lettura "La grande invasione"
Cultura 29 Maggio 2018 ore 17:29

Asl To4 presente al festival eporediese in due occasioni.

Asl To4 a "La grande invasione"

L’ASL TO4 partecipa al Festival eporediese della lettura “La grande invasione”, che si svolgerà dal 1° al 3 giugno, con il Centro Diurno di Ivrea della Salute Mentale Ciriè-Ivrea, diretta dal dottor Giampiero De Marzi, e con l’Anestesia e Rianimazione di Ivrea, diretta dal dottor Bruno Scapino.

Oltre i colori

Venerdì 1° giugno, alle ore 12, presso il Centro Diurno di Ivrea della Salute Mentale, in via San Giovanni Bosco 17, sarà inaugurata la mostra “Oltre i colori”, a cura del Laboratorio Artistico dello stesso Centro. Sarà possibile visitare la mostra sabato 2 e domenica 3 giugno dalle 10 alle 12 e dalle 15,30 alle 18,30; da lunedì 4, per tutto il mese di giugno, da lunedì a giovedì dalle 9 alle 12, il martedì e il giovedì anche dalle 14 alle 16,30.
Oggetto della mostra i dipinti realizzati dagli utenti nell’ambito del Laboratorio Artistico del Centro Diurno.
I quindici utenti coinvolti hanno affrontato attraverso la pittura alcuni temi: i Colori, l’Albero, il mito di Prometeo, ma anche il Sorriso, l’Amicizia, il Nome. Per ogni tema la lettura di poesie, frasi, aforismi e anche del testo “L’uomo che piantava gli alberi” di Jean Giono.

Pillole di NarraVita

Sabato 2 giugno, presso il Polo formativo Officine H in via Monte Navale, la struttura di Anestesia e Rianimazione di Ivrea sarà presente all’evento“Pillole di NarraVita” che si svolgerà dalle 9,30 alle 12,45. Alle 11,30 il dottor Bruno Scapino modererà l’intervento di Lucia Fontanella, autrice del libro “La comunicazione diseguale.
Ricordi d’ospedale e riflessioni linguistiche”, in cui racconta l’esperienza personale di ricovero nella Rianimazione dell’Ospedale San Giovanni Bosco di Torino. Seguirà l’intervento “Esperienze di medicina narrativa: la storia perduta”, a cura del dottor Scapino e di Patrizia Machieraldo, coordinatrice della stessa Anestesia e Rianimazione di Ivrea; temi dell’intervento l’umanizzazione delle cure e l’importanza della narrazione, partendo da un video con l’intervista a una persona che è stata ricoverata nella Rianimazione dell’Ospedale di Ivrea.