Menu
Cerca
in consiglio comunale

Biblioteca Civica di Ivrea, in Consiglio l’assessore Casali ha illustrato presente e futuro

«L’Amministrazione ritiene che il lavoro svolto sia stato e sia di alto livello, efficienza e valore e ringrazia la Direttrice e tutto il personale».

Biblioteca Civica di Ivrea, in Consiglio l’assessore Casali ha illustrato presente e futuro
Cultura 02 Gennaio 2021 ore 00:18

Biblioteca Civica di Ivrea, in Consiglio l’assessore Casali ne ha illustrato il presente e il futuro.

Biblioteca Civica di Ivrea

Durante l’ultimo Consiglio comunale a Ivrea, dopo l’interrogazione dell’esponente di Minoranza Francesco Comotto (Viviamo Ivrea) l’assessore Casali ha illustrato presente e futuro della Biblioteca Civica, fra restrizioni dovute all’emergenza sanitaria e progetti in cantiere.

Prestiti “in emergenza”

«In merito alle modalità di servizio adottate dalla Biblioteca Civica di Ivrea a causa delle restrizioni relative all’emergenza sanitaria per limitare il contagio da covid 19, riteniamo opportuno portare alla Vostra attenzione le misure organizzative messe in atto negli ultimi mesi per garantire il buon funzionamento del servizio, nel rispetto delle normative entrate via via in vigore.

  • predisposizione del box di restituzione libri adiacente l’ingresso della biblioteca e allestimento della postazione “take away” per il prestito “sulla soglia” dei libri in formato cartaceo con sportello accessibile dall’esterno;
  • riattivazione del servizio di prestito secondo le indicazioni trasmesse dagli uffici regionali competenti e dall’Istituto centrale per la patologia degli archivi e del libro (ICPAL), che ha pubblicato alcune linee guida per le operazioni di sanificazione e disinfezione degli ambienti di Archivi e Biblioteche e per la gestione delle loro collezioni, al fine di contenere il rischio di contagio da Coronavirus;
  • riallestimento di tutte le postazioni di back office secondo la normativa e le disposizioni di sicurezza;
  • programmazione delle procedure di sanificazione e pulizia dei locali;
  • organizzazione di un nuovo servizio in modalità remota per le iscrizioni e le prenotazioni da casa per i cittadini attraverso l’utilizzo del catalogo online del sistema bibliotecario;
  • predisposizione di linea telefonica e indirizzo mail dedicati;
  • mantenimento e potenziamento del prestito digitale su piattaforma MLOL (che in questi mesi si è dimostrato servizio essenziale per tutte le biblioteche italiane);
  • mantenimento del servizio di reference bibliografico e document delivery per ricerche e consulenza bibliografica.

Tutto questo, in assoluta sicurezza, mettendo in atto tutti i protocolli di settore (come ad esempio la quarantena dei libri, la dotazione al personale dei dispositivi necessari). Dal 3 novembre 2020 ha continuato a garantire: servizi di iscrizione telefonica o via mail, prestito digitale gratuito tramite piattaforma MLOL, ricerca bibliografica tramite OPAC online, document delivery, restituzione volumi, possibilità di prenotazione telefonica o via mail.
A partire dal 2 dicembre 2020, la Biblioteca Civica di Ivrea è ripartita anche con il “Prestito sulla soglia” su appuntamento e, pertanto, è possibile prendere in prestito libri, dvd, cd musicali e audiolibri, previa prenotazione, con modalità di consegna “sulla soglia” su appuntamento in sicurezza e garantendo il divieto di apertura al pubblico».

“Leggimi perché”

«Inoltre, il 10 dicembre, la Biblioteca ha lanciato l’iniziativa “Leggimi perché”, progetto legato alla promozione della lettura, per essere sempre vicini ai lettori grandi e piccini con una serie di proposte di lettura già pronte da portare a casa – borse tematiche suddivise per 5 fasce di età (fino a 1 anno, da 1 a 3 anni, da 3 a 6 anni, da 6 a 9 anni e dai 10 anni). Questo progetto rientra nell’ambito di “Nati per leggere Piemonte”, che vede la Biblioteca Civica di Ivrea come centro rete del Sistema Bibliotecario di Ivrea e Canavese, coinvolgendo 58 biblioteche e comuni del Canavese».

Servizio consegna a domicilio interrotto

«Fino ad aprile 2020, era attivo anche il servizio di consegna a domicilio dei libri per persone anziane o impossibilitate a raggiungere la biblioteca. Tale servizio, al quale l’Amministrazione era particolarmente attenta e che considera attività di alta valenza sociale, è stato temporaneamente interrotto a malincuore, stante il pensionamento dell’addetto al servizio stesso e il periodo Covid. Nonostante questo, ci si sta già attivando per immaginare una modalità di collaborazione a titolo volontario di un operatore per riprendere l’attività, ma questo richiede adeguate procedure e cautele, poiché l’operatore si reca presso l’abitazione dell’utente per la consegna, deve guidare l’automezzo in dotazione alla biblioteca e adottare le corrette modalità di rapporto con il pubblico, soprattutto in termini di fiducia, e pertanto occorre prevedere delle apposite coperture assicurative, nonché definire apposite convenzioni. Inoltre, le persone anziane sono una categoria a rischio Covid».

Piano paesaggistico Regionale

«Sempre nel 2020 il Sistema Bibliotecario di Ivrea e Canavese – centro rete Biblioteca Civica di Ivrea ha collaborato ad un programma congiunto di lavoro con la Regione Piemonte, la Compagnia di San Paolo ed il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo per la realizzazione di un Progetto di sperimentazione in tre aree del Piemonte dell’attuazione del Piano paesaggistico Regionale. Le finalità che il progetto persegue consistono nell’accompagnamento del processo di attuazione del Piano Paesaggistico Regionale perché si creino le condizioni per uno sviluppo sostenibile del territorio, attivando sinergie che contribuiscano alla messa in pratica di politiche del paesaggio su scala locale, coinvolgendo in particolare le nuove generazioni in attività di conoscenza e rappresentazione del paesaggio locale. La Biblioteca Civica di Ivrea, centro rete del Sistema Bibliotecario di Ivrea e Canavese, è stata identificata come soggetto idoneo a supportare l’iniziativa in oggetto in quanto centro rete delle biblioteche civiche di 70 comuni del territorio che agisce con una progettualità a livello di rete consolidata, con numerose iniziative rivolte a bambini e ragazzi e con la messa a disposizione di un ricco patrimonio documentario di indagine e narrazione del paesaggio del Canavese».

Contributi e finanziamenti

«A luglio 2020 la biblioteca di Ivrea ha partecipato al bando ministeriale straordinario “Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali. Contributo alle biblioteche per acquisto libri” ottenendo un finanziamento del MIBACT di € 10.000,00 e supportando le biblioteche del sistema nella richiesta di contributo. Nell’insieme, le biblioteche aderenti al sistema bibliotecario hanno ottenuto finanziamenti per oltre 160.000 euro. Tutti i libri acquistati con tali contributi vengono catalogati centralmente dal centro rete di Ivrea e resi disponibili nel catalogo in rete. E’ recentemente pervenuto anche il finanziamento regionale per il sistema bibliotecario per l’anno 2020 di ben € 97.746,70 a sostegno delle attività svolte per la gestione e lo sviluppo del sistema bibliotecario che conferma il ruolo consolidato del sistema bibliotecario di Ivrea all’interno del servizio bibliotecario regionale e l’importanza delle funzioni di coordinamento del Comune di Ivrea quale centro rete.
Il Comune di Ivrea risulta infatti essere stato quello che ha ottenuto il contributo più alto in Piemonte.
Infine, nei giorni scorsi è stato deliberato dalla Compagnia di San Paolo il contributo per il progetto Nati per Leggere per l’annualità 2021, per un totale di 19.000,00 euro, cifra che consentirà di realizzare importanti azioni di promozione della lettura per la prima infanzia sull’intero territorio del sistema bibliotecario (il Comune di Ivrea, tramite la Biblioteca Civica, è capofila del progetto).»

Nel futuro…

«Con la Biblioteca stiamo altresì lavorando per la candidatura di Ivrea a capitale del libro e a gennaio 2021 verrà deliberato il “Patto per la lettura”, prodromico alla candidatura stessa. L’Amministrazione ritiene che il lavoro svolto sia stato e sia di alto livello, efficienza e valore e ringrazia la Direttrice e tutto il personale».