Menu
Cerca

Concorso Chi è stato in memoria di Paolo Borsellino

Il 24 marzo 2018, al Salone pluriuso Alladium di Agliè, Salvatore Borsellino, fratello del Procuratore aggiunto di Palermo Paolo, incontrerà la cittadinanza e gli studenti delle scuole del Canavese. 

Concorso Chi è stato in memoria di Paolo Borsellino
Cultura Rivarolo, 26 Gennaio 2018 ore 09:26

Concorso Chi è stato in memoria di Paolo Borsellino aperto agli studenti delle terze medie e agli studenti delle superiori del Canavese.

Concorso Chi è stato

Il 24 marzo 2018, al Salone pluriuso Alladium di Agliè, Salvatore Borsellino, fratello del Procuratore aggiunto di Palermo Paolo, incontrerà la cittadinanza e gli studenti delle scuole del Canavese. In occasione dell’evento è stato quindi organizzato un concorso aperto agli studenti delle terze medie e agli studenti delle superiori del nostro territorio. Sono richieste pertanto opere uniche che rappresentino il sacrificio di Paolo Borsellino e l’inquietante mistero dell’agenda rossa scomparsa. Le opere possono infatti essere realizzate con tecnica espressiva libera. Opera pittorica, opera grafica, opera plastica, breve video.

In memoria di Paolo Borsellino

L’incontro di marzo è quindi organizzato dalla Pro loco di Agliè. In collaborazione con il comune di Agliè, il Liceo Artistico “Felice Faccio” di Castellamonte e il Movimento “Agende Rosse” di Torino. L’appuntamento, insieme al Concorso Chi è stato, vuol essere un momento di riflessione su uno dei momenti più tragici della Storia della nostra Repubblica. Il Procuratore aggiunto di Palermo Paolo Borsellino muore il 19 luglio 1992 nella strage di Via D’Amelio, firmata dalla mafia.

Movimento Agende rosse

Negli ultimi mesi di vita non si era mai allontanato da un’agenda rossa su cui annotava appunti, intuizioni, sospetti. Era infatti vicino a ricomporre e interpretare uno scenario che sarebbe stato sconvolgente. Troppo scomodo per tanti. Quindi forse proprio per questo, misteriosamente, dopo l’attentato non resterà traccia della sua Agenda Rossa. “Chi è stato?” è la domanda su cui si fonda il concorso Chi è stato rivolto alle scuole. L’interrogativo si intreccia a quella, ancor più inquietante, sul ruolo di una parte deviata dello Stato nelle stragi di mafia del 1992.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli