Cultura
Eporediese

Ecomuseo Ami le aperture tutte le domeniche di agosto

Un’offerta culturale ricca e stimolante per chi rimane in zona

Ecomuseo Ami le aperture tutte le domeniche di agosto
Cultura Alto Canavese, 15 Agosto 2022 ore 18:11

Ecomuseo Ami le aperture tutte le domeniche di agosto.

Ecomuseo Ami

Nelle domeniche di Agosto i siti museali e le chiese romaniche del territorio continuano il programma stagionale di aperture al pubblico grazie alle iniziative Ecomuseo Ami e Chiese Romaniche AMI. Un’offerta culturale ricca e stimolante per chi rimane in zona e vuole conoscere meglio l’area in cui abita o per chi ha scelto l’Anfiteatro Morenico di Ivrea come meta per trascorrere un periodo di vacanza e relax.

Le aperture ad agosto

In collaborazione con i Comuni, con l’iniziativa Rete Museale AMI promuove , coordina e gestisce le aperture di un gruppo di musei, rappresentativi della cultura, della storia e delle tradizioni del territorio. In quest’edizione i siti museali che aprono contemporaneamente la Domenica con orario 10 - 12 e 15 - 18, sono:

Ecco dove

“Gran Masun” di Carema, il Museo della Civiltà Contadina di Andrate, il Museo “La Bötega del Frér” di Chiaverano, la Casa della Resistenza di Sala Biellese, l’Ecomuseo “Storie di carri e carradori” di Zimone, il Museo all’Aperto Arte e Poesia (MAAP) “Giulia Avetta” di Cossano C.se , l’Ecomuseo “L’Impronta del Ghiacciaio” di Caravino, il Museo dalla Saggina alla Scopa di Foglizzo e il Museo civico “Nòssi Ràis” di San Giorgio.

Gli orari

Quest’anno l’iniziativa prevede l’apertura in contemporanea alla domenica pomeriggio, con orario 15-18, delle chiese di: Santo Stefano di Sessano a Chiaverano, Santo Stefano del Monte a Candia, Santi Pietro e Paolo di Pessano a Bollengo; un calendario di aperture programmate sempre la domenica per le chiese di:Santa Maria Maddalena a Burolo, San Michele Arcangelo a Candia, San Michele Arcangelo di Pecco e Santa Maria della Purificazione di Lugnacco nel comune di Val Di Chy e il Santuario di Miralta a Moncrivello e la promozione di quei siti visibili solo dall’esterno, come il Campanile di San Martino di Paerno (Ciucarun) a Bollengo e il Campanile di Santo Stefano a Ivrea, o sempre aperti e fruibili in quanto luoghi di culto come nel caso della Cattedrale di Santa Maria Assunta a Ivrea.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter