Cultura

Festa dello sport a San Giusto più forte anche della pioggia

La manifestazione infatti ha avuto il suo spazio nella centrale piazza Vittorio Veneto con in campo tante discipline sportive, la fiaccola accesa durante la partecipazione.

Festa dello sport a San Giusto più forte anche della pioggia
Cultura Rivarolo, 25 Maggio 2018 ore 14:36

Festa dello sport, la tradizionale manifestazione di San Giusto ha battuto anche la pioggia, tante le associazioni sportive e non che hanno partecipato all'evento.

Festa dello sport a San Giusto

Nonostante la pioggia la tradizionale Festa dello Sport a San Giusto ha avuto un bilancio più che positivo. La manifestazione infatti ha avuto il suo spazio nella centrale piazza Vittorio Veneto con in campo tante discipline sportive, la fiaccola accesa durante la partecipazione, il rinfresco finale trasferito al salone Gioannini per il tempo capriccioso. L’apertura è quindi stata con tanto di sfilata, con le bandiere al vento e quella appositamente creata per l’evento. Ed il discorso d’inizio alle attività del sindaco Giosi Boggio. Tante associazioni sportive e non sono state presenti nelle varie aree predisposte dagli organizzatori, con Filarmonica sangiustese e Consiglio comunale dei ragazzi che hanno curato la cerimonia d’inizio, con gli striscioni tenuti da Protezione civile, Calton Volley ed Orizzonti United.

Appuntamento impermeabile alla pioggia

“Si cerca di portare avanti quest’appuntamento da anni. – sottolinea Samuele Nigra (presidente Asd Sangiustese dal 1° luglio 2016) – , con l’esordio della bandiera di questa Festa dello Sport con un logo creato appositamente e la fiaccola vicina. Abbiamo riscontrato una buona partecipazione per la realtà del nostro paese, d’ogni età, in particolare i bambini, con tante discipline sportive in campo: volley, bocce, calcio, freccette”. È suonato per tutta l’area anche il nuovo accattivante inno della Polisportiva della Asd Sangiustese, nato recentemente da un idea dello stesso presidente. Con la ricerca delle musiche da parte di Marco Mazza. e quindi la base creata da Gianni Bertotti, la voce di Mimmo Galati.

Giardino del Canavese

Per il centro del Giardino del Canavese, tantissimi i ragazzi entusiasti. In viale Malpiardo in una ventina facevano judo sul tatami coi maestri Angelo Anedda e Roberto Gioannini del Judo Yama Arashi. Altri praticavano il tennis qualche metro più in là. Sul prato verde, spazio al calcio per i giovani sotto lo sguardo vigile degli istruttori dell’Orizzonti United, società che disputa l’Eccellenza con la prima squadra che ha giocato le gare casalinghe degli ultimi turni sul manto del Franco Cerutti. “Questa è la nostra prima presenza alla Festa dello Sport di San Giusto – confidano i dirigenti della società del presidente Daniele Gianetto – , facendo divertire tesserati e chi vuole provare a giocare a calcio. Stiamo portando avanti dallo scorso settembre le giovanili già presenti in paese, con una sessantina di ragazzi che vengono da noi. Coinvolgendo Villareggia, Cigliano, Arè di Caluso, Tonengo di Mazzé ed appunto San Giusto”.

Evento riuscito

Qualcuno, durante la Festa dello sport, ha anche provato a mettersi alla prova con le freccette visto la presenza dell’Olimpic-Real-Atletic Mandragola. Altri a bocce con un campo attrezzato ad hoc. In gioco quindi anche la pallavolo. Con un torneo a baraonda misto ad 8 squadre e ben 4 campi (di cui 2 per il mini volley). Mentre in una quarantina si sono esibiti nella zumba con l’associazione Cirimela. Infine, non è mancata la presenza di Vivere a colori, l’associazione Auto e moto d’epoca di recente costituzione, la cooperativa Progest.