La "marea gialla" dei giovani dell’Oratorio San Giuseppe protagonista a Volpiano

Nel mese di agosto, infatti, gli animatori più grandi sono volati in Albania, a Rubik, per prestare servizio di volontariato in una locale comunità.

La "marea gialla" dei giovani dell’Oratorio San Giuseppe protagonista a Volpiano
Cultura Rivarolo, 27 Ottobre 2019 ore 16:47

La «marea gialla» (dal colore delle loro vivacissime felpe) dei giovani, insieme al viceparroco don Manuel Lunardi, ha dato ufficialmente il via alle attività dell’Oratorio San Giuseppe.

Oratorio San Giuseppe

Non è bastato il maltempo a fermare i giovani dell’Oratorio San Giuseppe di Volpiano. La «marea gialla» (dal colore delle loro vivacissime felpe), insieme al viceparroco don Manuel Lunardi, ha dato ufficialmente il via alle attività dell’Oratorio. Domenica 20 ottobre, infatti, alle ore 16, tanti bambini hanno oltrepassato il cortile di piazza Amedeo di Savoia per partecipare a un pomeriggio ricco divertimento. Gli animatori hanno organizzato diversi stand: attività e giochi per partire con il piede giusto.

Incontri del catechismo

Nelle prossime settimane, infatti, riprenderanno anche gli incontri del catechismo per i ragazzi delle scuole elementari e medie e gli appuntamenti con i gruppi di formazione per i giovani delle scuole superiori e dell’università. Sarà un anno impegnativo per la squadra di animatori guidata da don Manuel Lunardi, ma sono pronti a riscuotere ancora numerosi successi. L’evento si è concluso intorno alle ore 18, ma la lunga giornata dell’Oratorio San Giuseppe di Volpiano non si è conclusa qui.

Volontariato

Prima di ripartire più carichi che mai, infatti, c’è stato anche il tempo di soffermarsi sull’ultima esperienza che ha chiuso le attività la scorsa estate. Nel mese di agosto, infatti, gli animatori più grandi sono volati in Albania, a Rubik, per prestare servizio di volontariato in una locale comunità gestita da un gruppo di suore. Inoltre, hanno potuto incontrare diverse famiglie del luogo. Sono stati dei giorni molto intensi, e i partecipanti hanno incontrato la comunità volpianese alle ore 21. I giovani hanno raccontato ai presenti la loro esperienza. All’iniziativa, era presente anche il capo-animatore che ha accolto i volpianesi in Albania.