Cultura
curiosità

Il “Ricamo di Lanzo” conquista anche Torino con i suoi due defilé ispirati all'Arte Popolana

Quasi 80 ospiti hanno assistito alla presentazione della collezione di Dang To Nga promossa dalla Cna.

Il “Ricamo di Lanzo” conquista anche Torino con i suoi due defilé ispirati all'Arte Popolana
Cultura Lanzo e valli, 01 Ottobre 2022 ore 05:03

Il “Ricamo di Lanzo” conquista anche Torino con i suoi due defilé ispirati all'Arte Popolana. Quasi 80 ospiti hanno assistito alla presentazione della collezione di Dang To Nga promossa dalla Cna.

Il “Ricamo di Lanzo” conquista anche Torino

La collezione di Dang To Nga con i suoi due defilé ispirati all'Arte Popolana Lanzese ha riscosso grandissimo successo. Confermando la vocazione internazionale di questa tecnica, ispirata al ricamo ungherese, la stilista italo-vietnamita Dang To Nga ha presentato venerdì 23 settembre, nel giorno dell'equinozio d'Autunno, la sua nuova collezione autunno-inverno al Circolo dei lettori di Torino, denominata “Fiori d'autunno” e realizzata interamente all'uncinetto e ai ferri con filati in lana. Dodici i capi presentati in sala indossati anche da alcune ragazze lanzesi.

«L'autunno è la seconda primavera, dove ogni foglia è un fiore»

La collezione interpreta la tecnica del Ricamo di Lanzo ed è stata ispirata da una frase dello scrittore Albert Camus: «L'autunno è la seconda primavera, dove ogni foglia è un fiore». Storia e presente del Ricamo di Lanzo al Circolo dei lettori di Torino. Un grande ritorno nel capoluogo per l'Arte Popolana Lanzese che, fino agli anni 40 del Novecento, veniva commercializzata nel negozio di arti femminili in piazza San Carlo, grazie all'impegno della sua ideatrice, Elena Mars Albert e che oggi si può ammirare nel museo tessile di Lanzo in via Leopoldo Usseglio.

La presentazione

Quasi 80 ospiti hanno assistito alla presentazione del Ricamo di Lanzo promossa da Cna Torino con la conduzione del responsabile di cna Federmoda Vitaliano Alessio Stefanoni, presentazione fatta a cura di Renata Bogino, Maurizia Marietta e Anna Nepote e alla nuova collezione autunno inverno di Dang To Nga ispirata all'arte tessile lanzese. Erano presenti il sindaco di Lanzo, Fabrizio Vottero e l'assessore alla Cultura, Fabrizio Casassa, oltre alla sindaca di Cantoira, Franca Vivenza; due figlie di Ester Borla a cui è dedicato il museo tessile di Lanzo, Marilena e Giovanna; Maria Federica Albert, nipote di Elena Mars; Lia Donalisio, nipote del titolare della ditta Audi di Corio che commerciava tele di canapa su cui sono nati i primi arazzi a inizio Novecento; Gisella Tamagno promotrice del Ricamo Bandera di Chieri; Donatella Taverna, benefattrice del museo del tessile di Lanzo e il sarto Forbici d'oro Michele Mescia di Torino.

Nga Dang

«Con questo mio progetto si riesce a far rivivere la tradizione dell'Arte Popolana Lanzese a cento anni dalla sua ideazione, in modo che possa tornare ad essere qualcosa di vivo e non solo un fatto storico da ammirare in un museo – ha commentato Nga Dang, stilista di origine vietnamita, che lavora nel settore Arte e Design da oltre 10 anni, collabora in Italia con diverse aziende produttrici di filati come designer e creatrice di moda. Attraverso il suo brand Fioridiluna disegna e realizza capi di moda rigorosamente fatti a mano che si distinguono per l’unicità e la personalizzazione del prodotto - Colgo l'occasione per ringraziare le signore del gruppo Ricamare a Lanzo per la preziosa collaborazione e assistenza che mi offrono da gennaio di quest'anno quando ho scoperto, innamorandomene, questa tecnica».

La storia

Nasce un secolo fa a Lanzo, dunque, su iniziativa di Elena Marsa Albert, ispirato al Ricamo ungherese che era giunto a Torino attraverso la grandiosa Esposizione universale del 1911. Tre donne si alternano in questi cento anni nel tramandare ed evolvere questa tecnica di ricamo a tema floreale che consiste nella composizione di fiori e foglie realizzati all’uncinetto su tela: dopo la fondatrice, Elena Mars, arriva Ester Borla Fornata negli anni ’70 e a lei è dedicato oggi il Museo tessile di Lanzo, che custodisce i preziosi arazzi e tessuti per l’arredo casa nati dagli anni Venti del Novecento agli anni Novanta. E ora, nuova gloria a questa tecnica, grazie ai lavori della stilista Dang To Nga.

Seguici sui nostri canali