Menu
Cerca

“Organalia” in tour: da Pavone a Ciriè

La rassegna Organalia 2017 “in tour” sarà sviluppata su sette appuntamenti concertistici, dal 7 settembre al 7 ottobre, in altrettante località ricadenti sui territori provinciali di Torino, Biella, Vercelli, Asti. Il primo concerto si svolgerà giovedì 7 settembre, alle 21, a Pavone Canavese

“Organalia” in tour: da Pavone a Ciriè
Cultura 02 Settembre 2017 ore 19:33

La rassegna Organalia 2017 “in tour” sarà sviluppata su sette appuntamenti concertistici, dal 7 settembre al 7 ottobre, in altrettante località ricadenti sui territori provinciali di Torino, Biella, Vercelli, Asti. Il primo concerto si svolgerà giovedì 7 settembre, alle 21, a Pavone Canavese

La rassegna Organalia 2017 “in tour” sarà sviluppata su sette appuntamenti concertistici, dal 7 settembre al 7 ottobre, in altrettante località ricadenti sui territori provinciali di Torino, Biella, Vercelli, Asti. Il primo concerto si svolgerà giovedì 7 settembre, alle 21, a Pavone Canavese dove nella sontuosa chiesa parrocchiale dedicata all’apostolo Andrea, suonerà il duo formato dall’organista Stefano Pellini e dal sassofonista Pietro Tagliaferri. Sarà l’ultima occasione, prima del restauro, di ascoltare la “voce” dell’organo costruito da Felice Bossi con il figlio Giacomo nel 1855, strumento che sarà successivamente restaurato dalla Bottega Organara Dell’Orto & Lanzini di Dormelletto. Avendo questo strumento il corista a 458 Hz, la stessa Bottega Organara ha messo a disposizione un proprio organo portativo, attualmente collocato nella Cattedrale di Novara, grazie al quale saranno possibili le esecuzioni con i due strumenti musicali. Il secondo concerto avrà luogo sabato 9 settembre, alle 21, nella parrocchiale dell’Assunta in Vigliano Biellese. Alla consolle dell’organo costruito dalla Bottega Organara Dell’Orto & Lanzini di Dormelletto nel 2007, ripassato quest’anno in occasione del decennale, siederà una delle icone della musica organistica, l’austriaco Michael Radulescu al quale sarà consegnato il Premio Organalia alla carriera. Il programma sarà interamente bachiano. Il terzo concerto porterà il pubblico nella Basilica Cattedrale di Vercelli, precisamente nella Cappella dedicata al patrono Sant’Eusebio, la sera di sabato 16 settembre, alle 21. Qui, alla consolle dell’organo costruito dal lombardo Giovanni Tonoli nel 1882, suonerà l’organista italiano, naturalizzato olandese, Matteo Imbruno il quale eseguirà un programma antologico che toccherà autori del XVIII e XIX secolo. Il quarto concerto sarà nella Cattedrale di San Giusto a Susa la sera di sabato 23 settembre alle 21. Alla consolle dell’organo costruito da Carlo Vegezzi Bossi nel 1890, ripreso nel 1934 da Francesco Vegezzi Bossi, restaurato da Italo Marzi nel 2001, siederà l’organista siciliano Diego Cannizzaro il quale presenterà il quarto compact disc del marchio Elegia dedicato all’opera omnia per organo di Pietro Alessandro Yon. Il quinto concerto sarà nel cuore del Monferrato a Cocconato. Nella parrocchiale dedicata a Santa Maria della Consolazione, sabato 30 settembre alle 21, suonerà il duo formato dall’organista Maurizio Fornero e dal trombettista Daniele Greco D’Alceo con un programma su musiche di Torelli, Bach, Alessandro Scarlatti e Froldi. Il sesto concerto si svolgerà in un luogo particolarmente caro alla fede cattolica: il Colle Don Bosco. Qui, domenica 1° ottobre, alle 15.30, nella Basilica Pontificia superiore, alla consolle del grandioso organo costruito dai Fratelli Pinchi di Foligno nel 2000, siederà Gianfranco Luca per un appuntamento dedicato alla memoria dell’indimenticabile Massimo Nosetti. Il programma, costruito intorno ad autori contemporanei, permetterà al pubblico di ascoltare brani di Guilmant, Lindberg, Stamm, Peeters, Burtonwood, Mathias, Cooman, Young e Bedard. Di Massimo Nosetti sarà eseguito “Elegy on an American folk tune”. Il settimo e ultimo concerto avrà luogo sabato 7 ottobre alle 21 nel Duomo di San Giovanni Battista a Cirié per l’inaugurazione del restauro dell’organo costruito da Carlo Vegezzi Bossi nel 1897, restaurato dall’elvetica Orgelbau Thomas Wälti di Gümlingen in collaborazione con Alessandro Rigola. Suonerà Paolo Tarizzo il quale svilupperà un programma francese con brani di Widor, Bossi, Bonnet, Dupré, Guilmant, Rachmaninov, Alain, Boëllmann. Presenterà Michele Chiadò.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli