Menu
Cerca

Un grande successo la Festa Patronale di Montalenghe

Per 4 giorni il fulcro dei festeggiamenti che da anni portano avanti i volontari della Pro loco è stata piazza XXV Aprile.

Un grande successo la Festa Patronale di Montalenghe
Cultura Rivarolo, 29 Luglio 2019 ore 13:27

A Montalenghe la Festa patronale dei Santi Pietro e Paolo si è chiusa con un bilancio positivo ed in crescita rispetto alla scorsa edizione.

Festa patronale di Montalenghe

Per 4 giorni il fulcro dei festeggiamenti che da anni portano avanti i volontari della Pro loco è stata piazza XXV Aprile dove musica, buona cucina e luna park hanno attirato molta gente (famiglie, adulti, bambini) col tempo bello e non troppo caldo che ha favorito l’annuale kermesse. Ogni sera apriva il padiglione gastronomico, con le specialità cucinate e servite ai tavoli da una quarantina di volontari, in maggioranza giovani, guidati dai più veterani. Se i riti religiosi hanno avuto i loro giusti momenti per la comunità parrocchiale, i festeggiamenti popolari hanno avuto il loro riscontro nelle tavolate piene in allegria, per festeggiar insieme in buona compagnia gustando le specialità: la serata del pesce, le grigliate, le lumache alla parigina.

Pro loco soddisfatta

Soddisfazione per l’ottimo risultato della Festa Patronale da parte della Pro loco di Montalenghe: “Abbiamo avuto tanto lavoro – conferma Franco Tessitore – , sia nella preparazione fra il montaggio delle strutture che nella posa dei cartelli nel territorio (da Strambino a Mazzé e Castellamonte). E poi, durante le serate il lavoro non è mancato: venerdì pienone con 300 avventori, il sabato altri 200 con circa il 40% d’incremento delle presenze rispetto il 2018, la domenica un po’ di meno ma sempre con un’affluenza che riteniamo davvero buona. Per non parlare della cena conclusiva di San Perulin del lunedì sera: altri 200 ospiti nelle nostre due strutture (una tensostruttura prestata dagli amici di Orio, un capannone per lo più per i concerti), dovendo con dispiacere mandar via una trentina di persone per mancanza di posti. Prossimamente stileremo il bilancio, ma certamente questa edizione è stata soddisfacente”.

Musica, buon cibo e tanto divertimento

Anche la musica ha avuto il suo giusto spazio, fra ascolto e balli, con proposte differenti ogni sera: dagli anni Ottanta al revival, per non parlare del successo ottenuto dal gruppo biellese Coro per caso. Quest’ultimo ha proposto un concerto particolarmente apprezzato nella sua varietà: pop, rock, musical d’autore, musica leggera. “Se quest’anno è andata bene – conclude Tessitore – , per il 2020 auspichiamo di fare i festeggiamenti nel pluriuso che ha un grande salone, cucina e servizi, evitando spese e lavori ulteriori: ma questo discorso vale per tutte le nostre associazioni. Ora, prima delle ferie, avremo ancora l’impegno di sabato 26 e domenica 27 luglio a Candia, in occasione del Master Game dove vi saranno gare di canoa: in pista anche una decina di Pro loco dove ognuna preparerà alcune specialità per questa prima edizione, nella zona del piazzale sul lago. Quindi riprenderemo in autunno, con Fungalenghe programmata per domenica 22 settembre. E a fine anno, la scadenza del mandato triennale del direttivo”. C’era anche molta attesa per le premiazioni del concorso “Montalenghe in fiore”, coi concorrenti in lieve aumento: al primo posto il plesso scolastico di Montalenghe ed Orio, seconde a pari merito Roberta Mazzucato e Marisa Berta, terza Roberta Meinardi. Ma complimenti davvero a tutti, per una Montalenghe abbellita e fiorita in tanti dei suoi incantevoli angoli.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli