A Ivrea

Anagrafe antifascista: associazioni e forze politiche pronte a iscriversi

I sodalizi: "Proponiamo a tutti voi di iscrivervi come privati, come associazioni, come organizzazioni politicheo sindacali all’Anagrafe Antifascista e di pubblicizzare la vostra iscrizione".

Anagrafe antifascista: associazioni e forze politiche pronte a iscriversi
Politica Ivrea, 17 Aprile 2021 ore 16:42

Anagrafe Nazionale Antifascista: la città non si iscrive? Iscriviamoci noi! E' l'appello di alcune associazioni e forze politiche del territorio eporediese.

Anagrafe Nazionale Antifascista

Associazioni e forze politiche eporediesi pronte a iscriversi all'Anagrafe Nazionale Antifascista. "Il giorno 7 aprile u.s., il Consiglio Comunale ha bocciato la mozione presentata dal Pd e sostenuta dalle altre forze di minoranza, Movimento 5 Stelle e Viviamo Ivrea, che proponeva l’iscrizione della città di Ivrea all’Anagrafe Nazionale Antifascista e la conseguente sottoscrizione della Carta di Stazzema.Questa bocciatura ci indigna profondamente" spiegano ANPI Ivrea e Basso Canavese, Articolo 1- Ivrea e Canavese, Circolo PRC-SE di Ivrea, Forum Democratico del Canavese “Tullio Lembo”, Laboratorio Civico Ivrea, Libera – Coordinamento di Ivrea, Movimento 5 Stelle – Ivrea, Partito Democratico di Ivrea e Cascinette, Viviamo Ivrea e ZAC! Zone Attive di Cittadinanza.

Indignazione

"Ci indigna prendere atto che, in un periodo storico in cui assistiamo al riaffacciarsi di parole, gesti e ideologie di intolleranza e discriminazione,la proposta di riaffermare e rivendicare i valori fondanti della nostra Costituzione, quei valori antifascisti su cui abbiamo basato il nostro vivere civile e il nostro appartenere ad una stessa comunità e che ogni anno ricordiamo con la festa del 25 aprile, siano stati considerati dal Sindaco e dalla maggioranza del Consiglio Comunale, un “atto strumentale e ideologico”non degno di essere approvato - puntualizzano associazioni e forze politiche eporediesi - Ci indigna vedere così rinnegata la tradizione antifascista della Città di Ivrea. Questo è un fatto gravissimo a cui crediamo debba seguire una risposta forte e diffusa che, proprio in prossimità del 25 aprile, faccia sentire la voce di tutti coloro che continuano a considerare la democrazia e i valori costituzionali un patrimonio da curare e proteggere e da non dare mai per scontato".

La proposta

Sulla questione dell'iscrizione all'Anagrafe nazionale Antifascista ecco la proposta dei sodalizi di Ivrea: "Proponiamo a tutti voi di iscrivervi come privati, come associazioni, come organizzazioni politicheo sindacali all’Anagrafe Antifascista e di pubblicizzare la vostra iscrizione nei modi che riterrete i più consoni, utilizzando tutti l’hashtag #iofirmoantifascista. L’iscrizione all’Anagrafe Antifascista di tante persone e associazioni sarà un segnale forte di dissenso nei confronti di questa decisione vergognosa presa da un’amministrazione comunale che dovrebbe invece fondarsi su quei valori indiscutibili sanciti dalla nostra Carta Costituzionale. È possibile iscriversi all’anagrafe sul sito www.anagrafeantifascista.it Vi preghiamo inoltre di segnalarci la vostra iscrizione all’anagrafe e la vostra adesione a questa campagna di protesta, inviando una mail a iofirmoantifascista@gmail.com. Coloro che hanno già sottoscritto l’appello nei giorni scorsi inviando una mail a Laboratorio Civico Ivrea non sono tenuti a scrivere all’indirizzo sopra indicato".