Politica
protesta

Flash mob della Lega del Canavese a Ivrea nel giorno della Festa della Repubblica | VIDEO

Politica Ivrea, 02 Giugno 2020 ore 12:35

Flash mob della Lega del Canavese per protestare contro il Governo oggi, 2 giugno, giorno della Festa della Repubblica.

Flash mob della Lega del Canavese

Questa mattina alle 10 a porta Vercelli a Ivrea, come in altre 10 piazze piemontesi e 100 piazze italiane, giorno della Festa della Repubblica Italiana, i militanti e gli eletti del partito si sono trovati per protestare contro il Governo. Una protesta pacifica, un flash mob nel rispetto delle normative sanitarie: 1 metro e mezzo di distanza, mascherine e tempi ristretti.
A Ivrea sono giunti militanti da tutto il Canavese e cartelli alla mano hanno sostato pacificamente davanti a piazza Balla.

LEGGI ANCHE: La Lega del Canavese si prepara per il flash mob del 2 giugno a Ivrea

Le motivazioni del Carroccio

“Le motivazioni dell’iniziativa di protesta pacifica sono – spiegano dalla Lega – il Governo impegnato a salvare Bonafede invece di concentrarsi su come aiutare il Paese, con riunioni infinite a Palazzo Chigi non con le categorie ma fra i partiti di maggioranza spartendosi poltroncine in cambio del salvataggio del Ministro che così ha potuto impegnare l’opera di scarcerazione di mafiosi e criminali; gli show dei 5stelle in Aula, incommentabili e inqualificabili, in particolare quel discorso del Deputato Ricciardi dimostra l’inadeguatezza e l’inumanità dei 5stelle, quel ghigno parlando della situazione nelle Regioni più colpite, vera una vergogna; le chat dei magistrati che vogliono fermare il Leader dell’opposizione “anche se ha ragione”, “ha il Paese dalla sua parte” ma va fermato, roba da terzo mondo, in uno Stato normale quei Magistrati sarebbero cautelativamente sospesi in attesa di saperne di più sul caso”. Dalla Lega puntano il dito contro: “la totale non gestione di moltissimi settori e temi (impresa, cig, scuola, etc…), la confusione, politici virologi da talk show, componenti di task force che a ruota libera rilasciano dichiarazioni mettendo il paese nel caos, che a volte si rivelano vere fake news o impossibili da realizzare, mentre il Ministro della Scuola blatera di classi a metà presenti e a metà a casa davanti uno schermo, il Ministro dell’Interno prepara sanatorie e di fatto chiede agli scafisti più clandestini col settore agricolo che insorge e non vuole immigrati ma i voucher e i corridoi verdi dall’est europa; in tutto questo il Primo Ministro governa il Paese dalla sua pagina Facebook prendendo ordini dalla Repubblica Popolare Cinese e girando intorno al MES, due mesi che ne parlano, due mesi di avvicinamento mentre Francia, Spagna, Portogallo e ovviamente Grecia hanno detto di no, infine il Ministro Boccia parla di esser pronto ad usare il bastone con i cittadini. Ribadiamo quindi la nostra vicinanza a Matteo Salvini, protestando anche in Canavese contro questo mondo colorato di “giallofucsia” che noi definiamo “alla rovescia”” !.