sanità

Il consigliere metropolitano Magliano sulla zona Asl To4: "Mezzo milione di abitanti, collegamenti stradali insufficienti"

Presentata un'interrogazione al sindaco metropolitano Chiara Appendino in merito ai collegamenti fra le quattro sedi ospedaliere.

Il consigliere metropolitano Magliano sulla zona Asl To4: "Mezzo milione di abitanti, collegamenti stradali insufficienti"
Politica Alto Canavese, 16 Luglio 2021 ore 08:38

Il consigliere metropolitano Silvio Magliano interviene sulla Zona Omogenea 4: "Mezzo milione di abitanti, collegamenti stradali insufficienti".

Silvio Magliano interviene sulla Zona Omogenea 4

Il consigliere metropolitano Silvio Magliano ha presentato un'interrogazione al sindaco metropolitano Chiara Appendino in merito ai collegamenti fra le quattro sedi ospedaliere della Zona Omogenea 4: "Mezzo milione di abitanti, collegamenti stradali insufficienti".

"Collegamenti insufficienti"

"Ciriè, Chivasso, Ivrea e Cuorgnè, sedi dei quattro ospedali dell'Asl TO4, non sono reciprocamente collegate se non tramite Torino - spiega Magliano - i residenti di questa porzione della nostra provincia non possono raggiungere Caselle, sede dell'Aeroporto, se non passando dal capoluogo. Ho presentato un'interpellanza in Città Metropolitana per chiedere risposte alle esigenze di mobilità di tutta la zona".

Criticità

"La mobilità a nord di Torino presenta evidenti criticità - prosegue il consigliere -  Attualmente non esiste un collegamento tra i quattro ospedali dell'Asl TO4 (Ciriè, Chivasso, Ivrea e Cuorgnè), se non passando da Torino. Per i residenti della zona territoriale omogenea Area 4 e del Chivassese non è possibile raggiungere direttamente l'aeroporto di Caselle, ma è necessario passare, anche in questo caso, per il capoluogo.

Non risultano passi avanti nell'attuazione del progetto di una linea di autobus di collegamento tra Brandizzo e Caselle: una tale linea unirebbe SFM2, SFM4, Ferrovia Canavesana e ferrovia Torino-Milano, collegando direttamente anche gli ospedali dell'Azienda Sanitaria. Le molte sollecitazioni all'Agenzia della Mobilità Metropolitana e a GTT da parte dei Comuni interessati non hanno avuto, a oggi, esito positivo. Ancora non sono state definite né le modalità di esercizio né l'eventuale ripartizione dei costi.

Solo con la linea di gronda tra Brandizzo e Caselle si potrà permettere un rapido accesso ai servizi ferroviari e all'aeroporto per tutti i cittadini della zona territoriale omogenea Area 4. Molti sarebbero gli effetti positivi sull'intensità del traffico e su nodi e arterie particolarmente congestionati di tutta l'area. I cittadini hanno inoltre necessità di un accesso diretto, che attualmente manca in alcuni comuni, al Sistema Ferroviario Metropolitano".

Interpellanza in Consiglio regionale

Sul tema ho presentato un'interpellanza in Consiglio della Città Metropolitana per chiedere azioni concrete in risposta alle esigenze di mobilità della zona territoriale omogenea Area 4 e per sapere quali siano le tempistiche per la realizzazione della linea tra le stazioni di Brandizzo e di Caselle.