Menu
Cerca
Montagna

Soccorso Alpino: nuove norme per un servizio indispensabile

Cane: Per le “terre alte” i nostri volontari con le loro giacche rosse e lo stemma giallo crociato sono sinonimo di sicurezza e sostegno.

Soccorso Alpino: nuove norme per un servizio indispensabile
Politica Alto Canavese, 24 Gennaio 2021 ore 16:18

Soccorso Alpino, nuove norme. Una buona notizia per la montagna piemontese arriva da Palazzo Lascaris, sede del consiglio regionale, dove si sta concludendo l’iter della Proposta di legge regionale n.118 che andrà ad impattare sulle “Norme in materia di soccorso alpino speleologico”.

Nuove norme per il soccorso Alpino

Un importante tassello è stato posto nei giorni scorsi al fine di valorizzare quel Soccorso Alpino e Speleogico che costantemente, in tutte le stagioni dell’anno, in Canavese come in Piemonte è spesso chiamato a salvare vite umano ed aiutare coloro che incappano in disavventure di diverso tipo in montagna. E una parte fondamentale del merito va ad Andrea Cane, il consigliere comunale di Ingria che ricopre pure il ruolo di consigliere regionale e delegato agli enti locali per la Lega Salvini Piemonte, tra coloro che hanno spinto tanto per tale iniziativa. Si tratta della proposta di legge regionale numero 118, che andrà ad impattare sulle «Norme in materia di soccorso alpino speleologico».

Le parole di Andrea Cane

«Sono firmatario della proposta di legge – commenta Cane – che va finalmente a dare la giusta importanza da parte della Regione agli oltre 1000 volontari del Piemonte. Si aggiornano disposizioni di ormai 40 anni fa, a supporto del Soccorso Alpino, senza che tra l’altro possano derivare nuovi o maggiori oneri a carico del bilancio regionale. Ringrazio anche il collega Paolo Ruzzola, che con questa iniziativa valorizza il Soccorso Alpino e Speleologico piemontese nella sua funzione di solidarietà sociale di servizio e di pubblica utilità». Per tutto ciò che riguarda la sicurezza in montagna, il Soccorso Alpino, che ricordiamo nelle nostre valli è presente con squadre e personale tecnico preparatissimo, è un punto di riferimento a dir poco fondamentale.

Servizio indispensabile

«Durante la seduta congiunta delle Commissioni Quarta e Quinta – prosegue il consigliere canavesano – ho voluto ribadire come per noi abitanti della montagna il volontariato del Soccorso Alpino locale non sia fondamentale solo per i turisti, come si immagina vedendo i salvataggi funambolici degli operatori durante gli incidenti in quota, ma risulti spesso il primo intervento che riceviamo quando un residente ha un infortunio, anche casalingo. Per le “terre alte” i nostri volontari con le loro giacche rosse e lo stemma giallo crociato sono sinonimo di sicurezza e sostegno, che oggi dai banchi del Consiglio regionale del Piemonte sono orgoglioso di poter aiutare e valorizzare con questa nuova legge».

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli