Breve guida alla scelta del conto corrente

Oggigiorno, a causa dell’utilizzo della moneta elettronica per effettuare pagamenti attraverso l'utilizzo di carte di credito e altri strumenti digitali, il contante ha subito una forte riduzione del suo utilizzo.

Breve guida alla scelta del conto corrente
Idee & Consigli 19 Agosto 2021 ore 07:58

Avere un conto corrente è diventata davvero una necessità irrinunciabile. Il conto corrente è indispensabile per gestire i flussi di cassa in entrata e in uscita, quindi oltre a effettuare i pagamenti è indispensabile anche, ad esempio, per poter ricevere lo stipendio. Oggi puoi sottoscrivere contratti di conto corrente a condizioni diverse con molti istituti, scegliendo quello che maggiormente si adatti alle proprie necessità. Online puoi trovare numerose promozioni per l’apertura di un conto corrente e scegliere quella che fa al caso tuo.

Conto corrente: cos’è e come funziona

Un conto corrente è un contratto tra una banca e un titolare di un conto, questi può depositare fondi sul proprio conto corrente o prelevare delle somme, proprio attraverso questo contratto. La banca fornisce vari servizi relativi al pagamento, all'incasso, all'addebito e all'accredito. Pertanto, come accennato in precedenza, il conto può essere utilizzato per pagare stipendi o pensioni, oppure per pagare con carta di credito o di debito. Secondo le disposizioni del contratto, al cliente vengono fornite due carte, una carta di credito ed il bancomat, attraverso le quali è possibile fare acquisti. La principale differenza tra i due strumenti di pagamento è che una carta di credito permette di effettuare pagamenti che non vengono immediatamente detratti dal conto, quindi sono ammessi anche scoperti di conto corrente. Mentre i pagamenti effettuati col bancomat comportano detrazioni immediate per le spese sostenute, quindi le transazioni non verranno eseguite se il conto non possiede la copertura necessaria.

Guida ai costi del conto corrente

La scelta dei conti correnti è davvero ampia, si possono trovare numerosi tipi di conto corrente e i prezzi possono variare notevolmente. In generale, per utilizzare un conto corrente è necessario pagare un canone mensile, ma in realtà esistono conti con il canone mensile pari a zero. Ovviamente il fatto che il canone sia pari a zero non significa esentare il correntista da qualsiasi tipo di pagamento, perché il correntista deve comunque pagare l'imposta di bollo, che prevede un canone di circa 35 euro annui, e questa cifra può variare a seconda il deposito.

Comunque molto spesso le migliori offerte per il conto corrente sono online, molti istituti di credito offrono conti a costo zero e con altre agevolazioni se si attiva il conto tramite la rete.

Come scegliere il conto corrente più vantaggioso

Per scegliere il conto corrente più vantaggioso bisogna innanzi tutto comprendere il tipo di servizio di cui si necessita, anche in base ai flussi di denaro che si desidera far transitare all’interno del conto. In linea generale i conti più convenienti sono quelli a zero costi che non prevedono il pagamento del canone mensile. Allo stesso modo si devono preferire i conti con tasso d’interesse maggiore, il tasso d’interesse è quello che viene corrisposto al correntista in percentuale sul totale delle giacenze del conto corrente.