Idee & Consigli
Sponsorizzato

Celestino Vietti, un altro prodotto della VR46 Academy

Celestino Vietti, un altro prodotto della VR46 Academy
Idee & Consigli 02 Novembre 2017 ore 11:37

Ancora una volta il MotoMondiale è in grado di riservare tante sorprese, spesso e volentieri positive. Il riferimento non può che essere solamente alla MotoGp, ma anche alle categorie inferiori. In particolar modo, in Moto3, si sta facendo largo tutto il talento, ancora un po’ grezzo è vero, di Celestino Vietti, che si sta ritagliando tanti titoli di giornale ed è stato inserito tra i migliori prospetti italiani, in grado di approdare in MotoGP nel corso dei prossimi anni.

Gli appassionati delle scommesse sul MotoMondiale hanno imparato a conoscere e ad apprezza Vietti per le sue ottime prestazioni sfornate nelle ultime gare. Non è un caso, quindi, che siano sempre di più gli utenti che puntano proprio su Vietti per i prossimi podi in Moto3.

Prima di cominciare a puntare sulla Moto3, però, è importante capire, tra tutti i siti di scommesse, quali sono le piattaforme più sicure e affidabili su cui creare un conto di gioco. I fattori che orientano la scelta sono indubbiamente la presenza di una licenza AAMS oppure ADM, ma anche la proposta di un’ampia gamma di strumenti di pagamento affidabili, la presenza di un servizio di assistenza clienti facile da contattare e competente, oltre che ovviamente dei bonus vantaggiosi e un palinsesto ampio e variegato.

Vietti, un altro talento che arriva dalla VR46 Academy

Il giorno più bello della sua vita, come ammesso dallo stesso Celestino in un’intervista, ha coinciso con la prima vittoria in Moto3, che è arrivata nel GP di Stiria. In quell’occasione, senza ombra di dubbio, Vietti ha fatto più di un pensierino anche a puntare al Mondiale, nonostante serva una certa continuità di risultati per ambire all’alloro mondiale.

Detto questo, non bisogna dimenticare anche da dove arrivi Vietti e chi ha avuto un ruolo fondamentale nella sua crescita come pilota. Stiamo facendo riferimento inevitabilmente alla VR46 Academy, l’accademia gestita da Valentino Rossi e dal suo staff, il cui unico obiettivo è quello di far crescere nuovi e giovani talenti da lanciare nel circus del MotoMondiale.

La VR46 Academy è nata nel lontano 2013 e si è fin da subito contraddistinta per essere un progetto particolarmente organizzato ed efficiente. Innanzitutto in termini di dotazione delle moto messe a disposizione dei giovani piloti, circa 70, comprendenti anche quelle da cross, fondamentali per i tanti allenamenti da affrontare sulla terra battuta.

Non manca anche una completa e variegata équipe di esperti, in cui spicca la presenza di medici affermati, nutrizionisti e allenatori di alto livello. Una gestione tipicamente a conduzione familiare, in cui l’obiettivo è quello di dar manforte ai giovani piloti nel percorso che fino al grande circus del Motomondiale. Non è un caso, tra l’altro, come non ci siano costi di iscrizione da sopportare, visto che l’accordo stipulato dai giovani talenti prevede che la VR46 Academy ottenga il 10% delle somme percepite dall’atleta solo nel momento in cui lo stesso comincerà a guadagnare almeno 50mila euro all’anno.

Ripercorrere le strade di Morbidelli e Bagnaia

Sarebbe sicuramente meraviglioso per Celestino Vietti riuscire a ripercorrere le orme di due piloti italiani che sono approdati ormai in MotoGp, battagliando addirittura con lo stesso Valentino Rossi, solo dopo aver vinto, però, il campionato di Moto2.

La VR46 Academy ha sviluppato sempre un numero impressionante di talenti, tra cui Morbidelli e Bagnaia sono quelli che hanno vinto certamente di più. Infatti, il primo successo targato Academy è giunto con Franco Morbidelli in Moto2 nel 2017. Le basi che hanno permesso al “Morbido” di trionfare in quell’edizione del Mondiale sono state costruite proprio nel ranch di Valentino. E che dire del trionfo, nella stagione successiva, di Pecco Bagnaia, questa volta direttamente con la scuderia Sky Racing Team V46.