Idee & Consigli

Corsi d’inglese: online o in presenza, come scegliere quelli migliori

Corsi d’inglese: online o in presenza, come scegliere quelli migliori
Idee & Consigli 30 Novembre 2022 ore 09:57

Sono sempre di più le persone che scelgono di frequentare un corso d’inglese per approfondire la propria conoscenza della lingua in vista di un viaggio o un trasferimento all’estero o perché hanno deciso di studiare o cercare lavoro fuori dall’Italia. Non sorprende, così, che sempre maggiore sia anche l’offerta in questo campo da parte di scuole di lingua, insegnanti privati, semplici madrelingua. Come scegliere il corso d’inglese, però, per essere sicuri che sia davvero quello più adatto alle proprie esigenze? 

Qualche consiglio su come scegliere il corso d’inglese migliore per le proprie esigenze

Uno dei primi aspetti di cui tenere conto è quanta familiarità si ha già con la lingua. Se non si è mai studiato inglese e si conoscono solo pochi, essenziali vocaboli si potrebbe dover iniziare infatti da un corso d’inglese per principianti. Al contrario chi ha fatto lezioni di inglese per molti anni a scuola o in università e ha già una buona base potrebbe optare per un corso inglese C2 online o in presenza che gli permetta di perfezionare la propria conoscenza della lingua o di ampliare il proprio dizionario di inglese business per esempio. La buona notizia è che scuole e professionisti che organizzano corsi di inglese fanno svolgere in genere ai propri futuri studenti un test iniziale per valutare proprio il loro livello di conoscenza della lingua e provare a rendere in questo modo quanto più personalizzato possibile il percorso formativo.

Uno degli aspetti da non trascurare quando si tratta di scegliere il corso d’inglese è, del resto, perché lo si intende frequentare: se per imparare regole grammaticali e di composizione della frase, per arricchire il proprio vocabolario, per migliorare le proprie capacità nel listening o la propria fluenza nelle conversazioni in lingua, eccetera. I migliori corsi d’inglese sono quelli che prevedono momenti dedicati a ciascuno di questi aspetti e, ancor meglio, permettono agli studenti di scegliere se fare più ore di lezioni teoriche o di esercitazioni nello scritto o nello speaking. 

Tra i consigli su come scegliere il corso d’inglese non potrebbe mancare, comunque, fare attenzione a chi lo eroga, in che modalità e offrendo che garanzie. Una cosa è frequentare un corso organizzato da una scuola di inglese, infatti, e un’altra completamente diversa è affidarsi a un tutor privato d’inglese. In un caso e nell’altro sarebbe bene accertarsi che chi svolge le lezioni sia un madrelingua. In maniera simile le lezioni individuali sono molto diverse dalle lezioni di gruppo e le lezioni online da quelle in presenza. Non è detto che una formula sia sempre meglio dell’altra: chi lavori o abbia molti impegni familiari o personali potrebbe trovare più pratiche, per esempio, delle lezioni in remoto da seguire quando e da dove vuole. Se si ha bisogno che le proprie conoscenze linguistiche siano certificate (per poterle inserire in curriculum, perché facciano punteggio in un concorso, eccetera) meglio accertarsi in anticipo, infine, che chi organizza il corso d’inglese sia accreditato presso i principali organi del campo e possa per questo rilasciare un apposito attestato. 

Seguici sui nostri canali