Sport
Ben 17 le medaglie portate a casa

Anche in vasca corta l'Aquasport si conferma protagonista del nuoto

A Torino piazzamenti praticamente in tutte le gare sostenute, con i ragazzi rivarolesi più volte sul podio.

Anche in vasca corta l'Aquasport si conferma protagonista del nuoto
Sport Alto Canavese, 08 Maggio 2021 ore 15:06

Lunga serie di piazzamenti per il club rivarolese. Anche in vasca corta l'Aquasport si conferma protagonista del nuoto.

Anche in vasca corta l'Aquasport si conferma protagonista del nuoto

Anche nelle prove in vasca corta il gruppo canavesano targato Aquasport si dimostra a proprio agio. Anzi, la bellezza di 17 medaglie conquistate nel corso delle quattro giornate di gara andate in scena a Torino, e valide come ultima tappa del Campionato Italiano di nuoto su base regionale, dicono molto di più. Perché la squadra allenata da Luca Andreo (che a partire dal 2021 aderisce al progetto «Team Dimensione Nuoto») nelle prove andate in scena nel capoluogo, che assegnavano pure i titoli piemontesi, ha mostrato preparazione, affiatamento e tanta voglia di emergere.

Lunga la serie di piazzamenti colti dai canavesani

Ad essere protagonisti i componenti delle categorie Ragazzi, Junior, Cadetti e Senior. La compagine che si allena al Polisportivo di Rivarolo (realtà con la quale c’è uno strettissimo legame ed una collaborazione costante) si è messa in luce nel «Pala Nuoto» per mezzo di Diego Bortolozzo, che nell’occasione ha centrato nella specialità rana tre medaglie, delle quali una d’oro sulla distanza dei 200 metri. Doppio podio per Matteo Bronzino, imitato da Giulia Mangialardi, la quale ha fatto bene ancora nella rana.

Bravi anche Cernat e le due Mattiel

Tre invece le medaglie finite al collo di Mateo Cernat, altrettante sono state conseguite da Rachele Mattiel (tra queste da rimarcare l’affermazione nei 200 rana), mentre Michela Mattiel ha addirittura calato il poker. Se non bastasse, quest’ultima atleta dell’Aquasport ha conseguito nello specifico la bellezza di tre titoli regionali, aggiudicandosi il primo posto nei 200 dorso, nei 200 rana e nei 400 misti.

Caresio e Manconi senza medaglie ma sempre tra i primi 6

Infine, non sono andati a podio ma hanno chiuso in tutte le prove sostenute tra i migliori 6 a livello regionale sia Alessandro Caresio che Dario Manconi. Se si aggiunge a tutto questo il fatto che i nuotatori rivarolesi hanno fatto segnare il loro «personal best» in quasi ogni prova si intuisce il valore reale di quanto fatto sia in gara che in fase di allenamento. Adesso non resta che attendere le classifiche definitive a livello tricolore, al fine di capire in che posizione hanno chiuso i nostri ragazzi.