Menu
Cerca
arti marziali

Campionato Italiano virtuale per il Dojo Heian

Campionato Italiano virtuale per il  Dojo Heian
Sport Lanzo e valli, 12 Maggio 2020 ore 16:49

Campionato Italiano virtuale per il Dojo Heian grazie  all’iniziativa della Fesik.

Il Dojo Heian non si ferma

Nell’ultimo quinquennio il Dojo Heian, che ora ha la sua sede fissa a Nole, è stato capace di fare passi da gigante nel grande mondo delle arti marziali. Passi di alto livello, i quali hanno permesso al club di aumentare sensibilmente il numero dei propri tesserati (attualmente 75) e di conquistare riscontri eccellenti sia a livello regionale che nazionale, ma pure internazionale. Oggi, come del resto l’intero mondo sportivo, la gara che si sta affrontando è quella contro un avversario tosto come il Covid 19, che di fatto ha bloccato l’attività sportiva in tutto il pianeta o quasi.

Campionato Italiano virtuale

Però l’entusiasmo non è venuto meno ed anche grazie ad una geniale intuizione della federazione a cui è iscritto il Dojo, ovvero la Fesik, la realtà nolese ha trovato modo per essere stimolata. «L’ente ha deciso di dare vita ad un Campionato Italiano virtuale – spiega Alessandro Roca, che insieme a Mauro Salviato è una delle colonne dell’associazione – visto che quello “dal vivo” è stato per ora annullato. Così, con entusiasmo, la bellezza di 35 nostri atleti hanno fatto un video nel quale ripropongono delle figure di kata. Questi filmati sono stati poi mandati alla Federazione, che nei prossimi giorni li sottoporrà ad una giuria di esperti».

Parola alla giuria

Giuria che avrà il compito di assegnare i tricolori, con una formula del tutta particolare, inedita ed alla fine simpatica. «Va dato merito alla Fesik di questa iniziativa, che in tutta Italia ha raccolto ben mille adesioni. I partecipanti sono stati suddivisi in categorie, come se fosse una gara nazionale come tutte le altre e saranno assegnati i titoli, sotto forma di pergamene. E’ un modo a dir poco riuscito di stimolare tutti coloro che attualmente sono costretti a restare in casa per colpa della situazione sanitaria che stiamo vivendo». E’ vero che il Dojo Heian comunque si sta dando da fare: «Attraverso delle videoconferenze continuiamo a tenere i contatti con i ragazzi e cerchiamo di far fare loro più cose possibile. La crescita del nostro gruppo ci fa guardare avanti con entusiasmo, in attesa di poter tornare tutti di nuovo in palestra».