Sport
Karate

Rem Bu Kan l'appello dal gruppo di karate canavesano

Per superare questo difficile momento caratterizzato dall'emergenza sanitaria.

Rem Bu Kan l'appello dal gruppo di karate canavesano
Sport Alto Canavese, 10 Aprile 2021 ore 14:53

Rem Bu Kan l'appello dal gruppo di karate canavesano in questo difficile momento caratterizzato dall'emergenza sanitaria.

Rem Bu Kan

E’ un messaggio di speranza ed ottimismo quello che arriva da Ozegna e dalla palestra di karate che si muove sotto l’egida della Rem Bu Kan. Anche se si è distanti, infatti, bisogna continuare a lavorare su corpo e mente, in attesa di riprendere ad allenarsi ed a gareggiare nuovamente fianco a fianco. Un anno difficile, che non è ancora finito e che continua, purtroppo, a penalizzare fortemente chi in palestra fa un grande lavoro non solo di crescita fisica e sportiva.

Gli allenamenti a distanza

Perché in questi ambienti si forgia anche il carattere della persona, non unicamente i muscoli. La voglia di tornare è tanta, però bisogna continuare a lottare per tornare appena possibili alla normalità.  A dare un segnale positivo è Pasquale Rizzo, atleta ed istruttore del gruppo guidato dal maestro 6° dan Giacomo Buffo, che insieme al collega Lorenzo Terzano gestisce una delle realtà legate al club rivarolese.

L'appello di Rizzo

«E’ importante, in un momento del genere, non smettere di allenarsi e di porsi degli obiettivi - spiega Rizzo - La situazione è purtroppo ancora drammatica, a 12 mesi dall’inizio della pandemia, però nel nostro quotidiano non dobbiamo mai mollare. Diamo dei traguardi da raggiungere e lavoriamo con serietà e dedizione: questo ci aiuterà sotto l’aspetto fisico, nonché mentale». Rizzo è anche un atleta attento e determinato: «A livello personale sto seguendo un protocollo di allenamento grazie alla collaborazione con l’ex pugile Luca Magnabosco,  ma anche i consigli alimentari di Mattia Lo Cascio, esperto del settore. Sotto l’aspetto tecnico attendo con trepidazione di poter tornare in palestra e seguire i consigli e gli insegnamenti del maestro Buffo. Come obiettivo agonistico spero di poter aspirare ad un podio internazionale, con un occhio di riguardo agli Europei in Olanda».