Sport

Royal Ultra Sky Marathon: le attese non sono state tradite

Straordinario momento di sport, che ha messo in primo piano di nuovo il Canavese

Royal Ultra Sky Marathon: le attese non sono state tradite
Sport Rivarolo, 28 Luglio 2019 ore 08:17

Royal Ultra Sky Marathon: le attese non sono state tradite. Grande evento nella Valle Orco.

Royal Ultra Sky Marathon: le attese non sono state tradite

Una gara che non ha tradito le attese, con atleti da tutto il mondo che hanno reso la kermesse 2019 ancora una volta straordinaria. Va in archivio la «Royal Ultra Sky Marathon», andata in scena nella Valle Orco, con partenza dalla diga del Teleccio, tra gli applausi del pubblico presente e le imprese dei corridori che hanno animato sia la competizione più lunga (la 55 chilometri) che quella invece più «corta» (con 31 chilometri da completare).

Trionfo di un italiano: è Cristian Minoggio

Tappa di Coppa del Mondo di specialità, l’evento che si è concluso domenica 21 luglio a Ceresole Reale ha incoronato un italiano. Si tratta di Cristian Minoggio della Serim, che con una prova davvero di tutto rispetto ha concluso la propria fatica in 6h50’04”. E’ stata lotta durissima ai vertici della classica, alla fine con distacchi a dir poco irrisori per il tipo di competizione. Infatti, il francese Gautier Airiau, classe 1991, ha terminato a soli 57” dal primo della classe, mentre il giapponese Ruy Ueda è transitato in 6h56’49”, con alle sue spalle il tedesco Hannes Namberger capace di stare anche lui sotto le 7 ore di corsa.

Ottime prestazione dei canavesani Giachetto e Bracco

Da rimarcare, in campo maschile, la 19esima posizione assoluta di Roberto Giacchetto della Podistica Valchiusella, sesto degli italiani ed il migliore dei canavesani in gara. A livello femminile la vittoria prende la via dell’Olanda, con Ragna Debats prima in 7h52’40”. Argento alla transalpina Myriam Boisset, mentre terza la spagnola Oihana Azkobebeitia. Passano alla «Roc», ovvero la corsa su di un tracciato più limitato, in fatto di lunghezza, affermazione di Luca Arrigoni in 3h20’39”, davanti a Marco Aimo Boot, a Mattia Colella ed al nostro Alfonso Bracco (il valchiusellese ha chiuso in 3h40’06”). A livello femminile vince Cecilia Basso in 4h’4’56”, precedendo Lorena Casse ed Agnese Sobrero.

Seguici sui nostri canali