Menu
Cerca

Scherma, il circolo Delfino di Ivrea rimane in A1

Fantastici Giorgio Guerriero, Eugenio Chasseur, Eugenio Tradardi e Federico Marenco.

Scherma, il circolo Delfino di Ivrea rimane in A1
Sport Ivrea, 14 Luglio 2019 ore 15:51

Grazie ad una grandissima prestazione in terra siciliana la squadra maschile del circolo Delfino di Ivrea resta nella massima serie.

Circolo Delfino di Ivrea

Una piena conferma è quella che arriva dal massimo livello nazionale della scherma a squadre. Un risultato che permette al Circolo Delfino Ivrea di rimanere ai vertici della disciplina a livello tricolore, meritando di portare la sua squadra maschile sino alla serie A1. Tutto questo grazie alle prestazioni di un gruppo di qualità e dalla grande preparazione, formato per la precisione da Giorgio Guerriero, Eugenio Chasseur, Eugenio Tradardi e Federico Marenco.

Squadra giovane

La compagine eporediese era chiamata di recente a difendere la propria posizione nella massima serie italiani di specialità. Lo scorso 7 giugno è stata la città di Palermo ad ospitare i Campionati Italiani Assoluti, dove ancora una volta i gruppi militari, al secolo Polizia, Esercito, Aeronautica e Fiamme Gialle erano pronti a dire la loro per la vittoria finale. In questo contesto i tesserati della Delfino, compagine molto giovane (17 anni il più piccolo, 22 il più grande), hanno dimostrato, sotto la guida del maestro Campagna la loro abilità.

Si riparte a settembre

Per la realtà canavesana questa rappresenta davvero un brillante epilogo di stagione, regalando all’intero sport eporediese un riscontro di alto profilo, per altro gettando delle basi anche in vista di quella che sarà una stagione agonistica 2019/2020 nuovamente di ottimo livello ed intensità. Dopo gli Assoluti di A1 in terra siciliana, adesso è tempo di un po’ di riposo. Infatti la Delfino Scherma riprenderà l’attività a partire dai primi giorni di settembre, in attesa che tanti giovanissimi del territorio canavesano, stimolati pure dai riscontri dei grandi campioni nazionali e dei non meno eccellenti atleti eporediesi, si affaccino a questa bellissima disciplina.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli