Eventi
nel fine settimana...

Cosa fare in Canavese nel weekend: gli eventi di sabato 13 e domenica 14 novembre 2021

Cosa fare in Canavese nel weekend: gli eventi di sabato 13 e domenica 14 novembre 2021
Eventi Alto Canavese, 11 Novembre 2021 ore 10:36

Nel weekend di sabato 13 e domenica 14 novembre 2021, cosa si potrà fare in Canavese? Ecco una panoramica degli eventi più interessanti sul nostro territorio.

L'agenda del weekend

Sabato 13 novembre - Bosconero
Nel capolavoro di Cesare Pavese “La Luna e i Falò” ci sono immagini, frasi e personaggi rimasti indelebili nella memoria di ogni lettore.
Ad affrontare il difficile compito di portare la pagina scritta sulla scena, sabato 13 novembre a Bosconero, sarà un talento riconosciuto del cinema e del teatro italiano: Andrea Bosca. Il celebre attore ha più di un punto di contatto con il lavoro di Pavese: è originario di Canelli, a due passi dai luoghi de “La luna e i Falò”, e anche lui, come il protagonista Anguilla, torna in Piemonte alla ricerca delle sue radici dopo avere ottenuto successi lontano da casa.
Dopo aver collaborato con registi del calibro di Mario Martone, Ferzan Ozpetek e Abel Ferrara, ed aver conquistato il grande pubblico nei panni di protagonista di tante importanti fiction, Andrea Bosca si confronta con un classico della letteratura del Novecento dando vita, da solo sulla scena, alle Langhe del Dopoguerra descritte da Pavese.
Una grande prova d’attore, per la regia di un altro volto noto del cinema italiano, Paolo Briguglia. “La luna e i falò”, in scena il 13 novembre alle ore 21, è il secondo appuntamento stagionale della rassegna Dissimilis, aperta lo scorso 23 ottobre dal divertente show di Debora Villa.

Sabato 13 novembre - Ivrea
Sabato 13 novembre, alle 15, la merceria «La coccinella» di Burolo (Strada Statale 26) organizza una dimostrazione gratuita Renkalik, per imparare come creare composizioni floreali e natalizie e pupazzi in velluto. «La nostra merceria ha sempre proposto molti eventi, questo è uno dei primi che organizziamo dopo il periodo di fermo – spiega Sara Ferrarese - La creativa Loredana Martino, che fa parte del team Renkalik, al mattino terrà un breve corso, per il quale è richiesta la prenotazione, mentre, a partire dalle 15, le persone potranno venire e guardare la sua dimostrazione in negozio e ovviamente chiedere anche consigli e trucchi sull'utilizzo dei diversi materiali. La dimostrazione verrà pubblicata anche in diretta sul nostro canale Facebook».

Domenica 14 novembre - Ivrea
Dal 14 al 21 novembre, presso il Polo Formativo Universitario Officine H a Ivrea, sarà possibile visitare gratuitamente la mostra degli elaborati finali realizzati dagli studenti del liceo artistico Piero Martinetti di Caluso all’interno del programma nazionale di educazione Edu promosso dall’Associazione italiana giovani per l’Unesco (Aigu). La mostra sarà inaugurata domenica prossima, 14 novembre, alle 15.30, al Polo Formativo Universitario (Officine H), con una conferenza di presentazione in cui interverranno i rappresentanti del Comitato Aigu Piemonte, i referenti dell’istituto scolastico coinvolto nel progetto e numerosi ospiti. L’evento, sponsorizzato dall’Associazione per gli insediamenti universitari e l’alta formazione nel Canavese e patrocinato dal Comune di Ivrea e dall’associazione Archivio Storico Olivetti, vuole anche essere l’occasione per far conoscere l’attività di Aigu e per proporre alcune riflessioni sullo status di Ivrea a seguito del riconoscimento Unesco. In Piemonte, il progetto «Adriano Olivetti: un’utopia reale» si è infatti sviluppato a partire dal riconoscimento di Ivrea, che dal 2018 è Patrimonio Mondiale come Città industriale del XX secolo. Gli studenti del liceo artistico partecipanti al laboratorio hanno ragionato dunque sulla possibilità concreta di diffondere l’immagine dell’Ivrea olivettiana, sul territorio e tra i loro coetanei, producendo come output finale una «tovaglietta», declinata in 21 grafiche differenti realizzate dagli studenti e direttamente ispirate alle loro ricerche e riflessioni sulla figura di Olivetti, con un occhio all’impiego delle stesse tovagliette nei locali di ristorazione del territorio. L’evento sarà a ingresso libero, previa esibizione del Green pass, fino a esaurimento posti.

Sabato 13 e domenica 14 novembre - Ivrea
Sabato, 13 novembre, alle 21, e domenica 14 alle 15.30, all’Auditorium Mozart di Ivrea avrà luogo il secondo spettacolo della quindicesima stagione di teatro organizzata dalla Cittadella della Musica e della Cultura di Ivrea e del Canavese. Sul palco la compagnia teatrale Gruppo Teatro Carmagnola, specializzata nel teatro dialettale piemontese, già ospite delle passate edizioni della rassegna, con lo spettacolo «Na ciav per doi» commedia in due atti di John Chapman e Dave Freeman, traduzione in piemontese di Attilio Cocchi, regia e adattamento di Mino Canavesio. Trama della commedia: salotto e camera da letto di Enrichetta che tira avanti da anni grazie alla relazione con due uomini sposati. Come gestire bene i «turni» per non farli incontrare? Funziona bene lo spauracchio di una mamma immaginaria quanto tremendamente bigotta, il cui temuto e improvviso arrivo serve a farli sloggiare al momento opportuno. Ma, naturalmente, ci saranno imprevisti che sconvolgeranno i suoi collaudati piani di gestione del ménage a tre. Ma è in quei momenti che Enrichetta sfodera tutta la sua formidabile scaltrezza femminile. Un gruppo di amici che frequenta l’oratorio della Collegiata dei S.S. Pietro e Paolo di Carmagnola viene casualmente coinvolto nella recita per il Natale 1970. Ne nasce un amore per quella forma espressiva che porta quei ragazzi a fondare l’anno successivo il Gruppo Teatro Carmagnola. Da subito il gruppo cresce, per mettere in scena testi con ruoli femminili e perché sul territorio carmagnolese c’è grande interesse per questo settore. Dapprima si rappresentano testi in lingua italiana, ma a dicembre 1972 debutta con un testo in dialetto piemontese.

Sabato 13 e domenica 14 novembre - Agliè
Una sala del tutto nuova e all’avanguardia utilizzata per la prima volta per presentare un evento d’eccezione, una «due giorni» di musica per festeggiare Santa Cecilia in grande stile. La rassegna, intitolata «Ma che musica Maestri!», che si svolgerà sabato 13 novembre alle ore 21 e domenica 14 alle ore 16 presso il Salone Comunale Franco Paglia, vedrà come ospiti per il concerto serale la Fanfara della Brigata Alpina Taurinense, diretta dal luogotenente Marco Calandri, ed il compositore olandese Jacob De Haan, con madrina della serata Maria Grazia Notari, mentre il concerto pomeridiano sarà eseguito dal corpo musicale Santa Cecilia di Agliè, dall’associazione Filarmonica Valle Sacra «Michele Romana» di Castellamonte e dalla Corale San Secondo di Asti, con esecuzione della «Missa Santa Cecilia» composta e diretta dal Maestro De Haan

Domenica 14 novembre - Rivarolo Canavese
Tutto pronto per la 71ª edizione del «Mercatino Dij Biautagambe», il mercatino hobbisty in programma per domenica 14 novembre. Dalle ore 9 alle ore 19, l’Associazione turistica Pro loco Rivarolo ripropone il grande evento autunnale, l’insieme delle manifestazioni ormai entrate a pieno titolo tra gli eventi storici organizzati dalla Pro loco cittadina e radicati nella tradizione della Città di Rivarolo. La grande kermesse prevede: sotto i portici di Ivrea e sull’Allea di Corso Indipendenza la 71ª edizione del Mercatino Dij Biautagambe, storico mercatino che accoglie espositori di antiquariato minore, collezionismo, oggettistica vecchia e usata e una speciale sezione dedicata alle creazioni artistiche e personali. Gli espositori provengono da ogni parte della provincia di Torino e la maggior parte partecipano al mercatino rivarolese dalla sua nascita nel 1985, segno della buona organizzazione della Pro loco e dell’attrattività della Città. Sull’Allea di Corso Torino nei pressi dell’edicola la Sagra d’Autunno, giunta alla sua 26ª edizione, in cui la Pro loco presenta le tradizionali frittelle di mele. Non mancheranno le tradizionali caldarroste, preparate in una enorme “pentola dondolante” e vin brûlé. Per pranzo verranno preparati polenta e spezzatino d’asporto.

Domenica 14 novembre - Montalto Dora
Domenica 14 novembre sarà possibile visitare il Parco Archeologico del Lago Pistono, a Montalto, che comprende un museo, la ricostruzione di un angolo di un villaggio palafitticolo e lo splendido ambiente del Lago Pistono e consente di fare un tuffo nella preistoria. Sono previste una visita guidata con archeologo allo spazio espositivo e una piacevole e facile passeggiata di 25 minuti lungo la strada delle vigne, per raggiungere le ricostruzioni del Parco e concludere con le strutture di un villaggio di 7000 anni fa. La visita, della durata di due ore circa, sarà effettuata al raggiungimento del numero minimo di 8 partecipanti; informazioni e prenotazione obbligatoria a info@arche olag opistono.it o al numero 3921515228. È obbligatorio esibire il Green Pass.