Menu
Cerca

Fiber Art – La mostra alla conquista di Este

La mostra del Cantiere delle arti di Castellamonte va in trasferta

Fiber Art – La mostra alla conquista di Este
Altro 01 Marzo 2017 ore 14:54

La mostra del Cantiere delle arti di Castellamonte va in trasferta

“Piccolo formato” d’esportazione. La mostra di Fiber-Art Italiana fa tappa ad Este (PD). Il Cantiere delle arti di Castellamonte lascia il testimone al Centro di cultura La Medusa di Este. Tutti gli artisti con le loro opere vengono accolti negli spazi della galleria, la mostra viene curata da Maria Michela battistela e Margherita Gattolin. Inaugurazione sabato 4 marzo 2017 ore 17,00 presso Excollegio Vescovile, Via Garibaldi, 23 – Este per info33633505700. Sono previsti interventi di Beatrice Andreose e Loredana Seregni con una performance di danza “Riflessioni su Fiber Art”. Periodo espositivo: dal 4 al 26 marzo. Ingresso gratuito. Organzizazione: centro di cultura La Medusa per informazioni e prenotazioni visite: cell. +39 33633505700. L’evento “Piccolo formato” di Fiber-Art Italiana, mette a confronto le opere del ’91 presentate a Genova alla Galleria “il punto” con quelle attualissime datate 2016. Si espone un percorso: le miniature tessili del 1991, nella mostra organizzata dalla scomparsa Paulette Peroni, a cui si dedica, con affetto, l’esposizione in corso, con quelle attualissime, opere quest’ultime che gli artisti hanno realizzato appositamente per il Cantiere delle arti di Castellamonte, oggi ospitata nelle sale espositive Del centro di cultura La Medusa” Nei 25 anni trascorsi si diffonde la ricerca e si producono le opere più disparate moltissime le tecniche, le forme sperimentali e i linguaggi artistici che si contaminano. La mostra ospita 36 artisti di generazioni e linguaggi differenti, testimoniando quindi il carattere della Fiber Art come ricerca “in progress”, con una solida base nella cultura e nella tradizione italiana ma al contempo con uno sguardo curioso e di sperimentazione. Agli artisti “storici” è stato chiesto di presentare un giovane, dando così un senso di proiezione verso il futuro, di continuità e innovazione. Una mostra che getta un ponte tra “passato-presente-futuro”.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Idee & Consigli