Attualità
mappano

7500 mascherine realizzate a mano dalla CRI mappanese, consegnate le prime ai bambini

7500 mascherine realizzate a mano dalla CRI mappanese, consegnate le prime ai bambini
Attualità Torino, 25 Maggio 2021 ore 15:51

7500 mascherine realizzate a mano dalla CRI mappanese, consegnate le prime ai bambini della scuola primaria.

CRI Mappano consegna le mascherine ai bambini

Si è svolta venerdì 21 maggio una mattinata di incontro presso la scuola primaria di Mappano con l'amministrazione comunale e la Croce Rossa, accolti dalla dirigente scolastica Veronica Di Mauro, per un momento di condivisione e la consegna ad ogni bambino di mascherine di comunità realizzate nel periodo di pandemia da volontari della cri.

7500 mascherine lavabili

Il progetto è consistito nella preparazione e cucitura a mano di 7500 mascherine lavabili, una per ogni cittadino mappanese, con lo stemma del Comune e la scritta #Unitaliacheaiuta di CRI, per indicare una forte condivisione e senso di comunità. "Siamo qui per portarvi un dono e per dirvi che siete stati davvero bravi in questo periodo così difficile per tutti," ha affermato il Sindaco Francesco Augusto Grassi nel dare il primo saluto. I bambini hanno posto alcune domande alle quali ha risposto il presidente del comitato CRI di Mappano Riccardo Giuliano e alcuni volontari presenti. "La croce rossa non fa solo servizio di emergenza" ha spiegato, " ma fa tante altre cose: in questo periodo di pandemia ha consegnato farmaci e spesa alimentare a persone che non potevano uscire di casa perché avevano contratto il virus". "Oggi siamo venuti qui" prosegue "con il fuoristrada di Protezione civile, acquistato anche con risorse del Comune per affrontare situazioni di emergenza sul territorio".
La mascherina lavabile è utilizzabile all'aperto, o in situazioni nelle quali non è obbligatoria quella certificata e contribuisce al contenimento dei rifiuti causati dalle monouso.

"Fate tesoro di questa esperienza"

"Siamo riconoscenti per l'enorme lavoro svolto dai volontari e da mamme e nonne che si sono messe a disposizione per cucine ogni singola mascherina" aggiunge la vicesindaco Paola Borsello con delega all'istruzione, che ha proposto ai bambini di far tesoro di questo periodo difficile per farlo diventare motivo di crescita e di gioia nel potersi ritrovare, nel poter frequentare la scuola e lo sport, giocare con i compagni, avendo provato cosa significhi rimanere chiusi in casa.
È in previsione una seconda giornata venerdì 28 con i ragazzi della scuola secondaria di primo grado e a seguire la consegna a tutti i cittadini mappanesi.

4 foto Sfoglia la gallery