Attualità
Riduzione dei servizi?

Caro Bollette anche sui comuni: la situazione a Leini

Il sindaco Renato Pittalis affronta la questione dal punto di vista delle amministrazioni comunali.

Caro Bollette anche sui comuni: la situazione a Leini
Attualità Leini, 19 Dicembre 2021 ore 12:41

Caro Bollette anche sui comuni: la situazione a Leini. Il sindaco Renato Pittalis affronta la questione dal punto di vista delle amministrazioni comunali.

Caro Bollette

In questi giorni si fa un gran parlare del caro bollette su quanto inciderà sui bilanci famigliari, ma c’è chi, come il sindaco Renato Pittalis va oltre e guarda al problema da un’altra angolatura. L’aumento spropositato delle bollette di luce e gas non peserà (e molto) solo sui conti delle famiglie, ma anche sui bilanci comunali e, di conseguenza, sui contribuenti, ovvero: le stesse famiglie già vessate.

Il commento del sindaco

«Quando si ha un costo annuale che si aggira intorno ai 600/700 mila euro - spiega il sindaco - un aumento del 30% sulle forniture porta ad uno “squadramento” di bilancio davvero importante. Capisco l’attenzione del Governo nel porre al riparo i cittadini da certi squilibri, così repentini e così significativi, ma nessuno sta guardando con attenzione a ciò che avverrà nelle casse dei comuni». Il primo cittadino di Leini questi conti li ha già fatti perché entro la fine dell’anno il consiglio comunale andrà a discutere il bilancio di previsione 2022. Scelta effettuata per evitare di andare in regime provvisorio e che limita la possibilità di spesa.

Riduzione dei servizi?

«Vedremo se il Governo – conclude Pittalis – si accorgerà di questa problematica anche perché in un comune come il nostro avere tra i 150 e i 200 mila euro in meno nelle casse è una perdita secca significativa. Dovremo, infatti, far fronte a questa eventualità andando, gioco forza, a ridurre dei servizi o la qualità degli stessi. Alla fine, quindi, a pagarne lo scotto saranno sempre i cittadini. Sarebbe opportuno, a mio avviso, che questa problematica fosse analizzata in modo più attento dal parte del Governo che deve tenere conto anche degli enti locali».