Attualità
dati regionali

Covid a scuola: per la sesta settimana consecutiva casi in diminuzione

Nella fascia tra i 6 ed 10 anni, l'incidenza è 357.9 (-37,8%).

Covid a scuola: per la sesta settimana consecutiva casi in diminuzione
Attualità Torino, 09 Marzo 2022 ore 23:26

In età scolastica, nel periodo dal 28 febbraio al 6 marzo, l’incidenza, ovvero i nuovi casi settimanali su 100 mila per le specifiche fasce di età, è in diminuzione per la sesta settimana consecutiva: si conferma la tendenza in atto.

Incidenza nel contagio in età scolare

Nella fascia 0-2 anni, l’incidenza è di 229.7 (-25,8%).

La fascia di età 3-5 anni registra un’incidenza di 260 (-36,8%).

Nella fascia tra i 6 ed 10 anni, l'incidenza è 357.9 (-37,8%), con il calo più consistente.

Nella fascia 11-13 anni, l’incidenza è 373.2 (-31,3%).

Nella fascia tra i 14 ed i 18 anni, l’incidenza è 361.5 (-14,1%).

Negli adulti

Nella settimana dal 28 febbraio al 6 marzo l’incidenza regionale (ovvero l’incremento settimanale di nuovi casi di Covid per 100.000 abitanti) è di 257.7 in diminuzione (-15,3%) rispetto ai 304.1 della scorsa settimana.

Si consolida dunque per la settima volta consecutiva il calo dell'incidenza, in linea con quanto accade nel resto del Paese ed in Europa.

Nella fascia di età 19-24 anni l'incidenza scende a 277.1, con una diminuzione dello 0,6 % rispetto alla settimana precedente.

Nella fascia 25-44 anni l'incidenza è 311.9 (-15,2%).

Tra i 45 ed i 59 anni si attesta a 248 (-13,6%).

Nella fascia 60-69 anni l’incidenza è 200 (-2,8%).

Tra i 70-79 anni l’incidenza è invece di 165.1 (-22,2%), con il calo più consistente.

Nella fascia over80 l'incidenza è 207.9 (-10,4%).

Riduzione liste di attesa

Sono 25 le richieste pervenute sul bando per nuovi accreditamenti di strutture private che la Regione Piemonte ha avviato a metà febbraio per ridurre le liste d'attesa. Il bando riguardava tutto il territorio piemontese ad eccezione dell’Asl Città di Torino, per la quale è stato pubblicato un apposito avviso con scadenza il 14 marzo.

Nel dettaglio, le manifestazioni di interesse riguardano: 11 l’area metropolitana di Torino (Asl To3, To4, Asl To5), 6 l’area omogenea Piemonte Nord Est (Asl Novara, VCO, Vercelli, Biella), 2 l’area omogenea Piemonte Sud Ovest (Asl Cuneo 1 e Cuneo 2), 6 l’area omogenea Piemonte Sud Est (Asl Alessandria ed Asti).

Il bando riguarda in modo specifico alcune delle prestazioni ambulatoriali maggiormente da potenziare per ridurre le liste d’attesa: allergologia, cardiologia, chirurgia vascolare, dermatologia, dietetica e nutrizione clinica, ematologia, endocrinologia, gastroenterologia-chirurgia ed endoscopia digestiva, nefrologia, neurologia, oculistica, odontoiatria, ortopedia e traumatologia, ginecologia, otorinolaringoiatria, pneumologia, radiologia diagnostica, reumatologia, recupero e rieducazione funzionale primo livello, urologia.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter