Attualità
Castellamonte

Dalla manutenzione stradale agli spogliatoi per gli impianti sportivi

In programma anche importanti interventi al cimitero cittadino con la realizzazione di 100 nuovi loculi e 128 cellette

Dalla manutenzione stradale agli spogliatoi per gli impianti sportivi
Attualità 30 Ottobre 2021 ore 16:00

Dalla manutenzione stradale agli spogliatoi per gli impianti sportivi: tutte le opere pubbliche in esecuzione e in previsione a Castellamonte.

Dalla manutenzione stradale agli spogliatoi per gli impianti sportivi

«Sono soddisfatto del lavoro portato avanti fino ad ora e di tutti gli interventi svolti in quest’ultimo anno - ha commentato il Vice Sindaco Teodoro Medaglia - Un ringraziamento per gli obiettivi raggiunti va all’Ufficio tecnico, a quello dei lavori pubblici e al Sindaco, per l’aiuto e la fiducia riposta». Con parole di profonda soddisfazione, Teodoro Medaglia ha commentato la situazione dei lavori pubblici della città della ceramica. A dimostrazione di ciò, basta vedere l’elenco di tutte le manutenzioni che sono state fatte, che sono in corso d’opera e di quelle che avverranno in un prossimo futuro.

I lavori ultimati

Per quanto riguarda i lavori già conclusi, inerenti alle frazioni, tra tutti spiccano la pavimentazione e la realizzazione di opere di smaltimento delle acque superficiali in Via Micheletto a Muriaglio, eseguite in concomitanza con il rifacimento di urbanizzazioni a cura della SMAT. Il concentrico è stato poi teatro di grandi opere di manutenzione, non solo a livello stradale, ma anche per quanto concerne le scuole: alla scuola materna Musso è stata completata la messa in sicurezza dell’intradosso dei solai, nonché la sistemazione della copertura, dei serramenti e degli impianti, mentre alla scuola elementare Cognengo si sono conclusi gli interventi di rifacimento dei bagni al pian terreno dell’ala ovest, la realizzazione di un impianto di produzione di acqua calda, il ripristino della tubazione di adduzione dell’acqua potabile e del sistema di scarico. Nell’ambito ludico, invece, tutti i parchi giochi sono stati messi a norma, i lavori di sistemazione eseguiti ed è già in preventivo la cifra per le telecamere di sicurezza. Mentre il campo aperto per la pallacanestro è ormai utilizzato da tutti gli amanti dello sport.

I lavori in esecuzione

Grande attenzione è rivolta alla viabilità con la manutenzione delle strade comunali del capoluogo e delle frazioni mediante il rifacimento del tappeto d’usura. Un intervento mirato interesserà la modifica della viabilità in Via A. Brezzi e l’adeguamento dei marciapiedi e del camminamento in Via XXV Aprile per la sicurezza stradale ed il superamento delle barriere architettoniche. Per il cimitero del capoluogo saranno realizzati 100 nuovi loculi e 128 cellette ossario. Infine, si sta eseguendo l’adeguamento alla normativa antincendio della scuola primaria del capoluogo.

I lavori in corso di progettazione

Nell’ambito sportivo si prevede di realizzare degli spogliatoi per il campo da Baseball, al fine di dotare (nella foto) l’impianto sportivo di idonei spazi di servizio, migliorando le condizioni igienico-sanitarie della struttura esistente, in modo tale che i giocatori possano ottenere spogliatoi nuovi ed attrezzati. In Castellamonte si provvederà alla realizzazione del canale scolmatore del Rio San Pietro in modo che le acque vengano convogliate nel torrente Orco. Per le frazioni Campo e Muriaglio, grazie ai fondi BIM, si potranno mettere in cantiere lavori di manutenzione straordinaria alla viabilità. Infine, per la sicurezza stradale, verrà sistemata a rotatoria l’intersezione viaria sulla Strada Provinciale 58 in Frazione Spineto: il lavoro sarà finanziato per il 60% dalla Città Metropolitana di Torino.

Gli appalti in corso

Nuovi lavori per la scuola sono già stati segnati sulla lista: si proseguirà con il completamento della messa in sicurezza dell’intradosso dei solai della scuola media G. Cresto. Infine, la Regione Piemonte ha già finanziato una cospicua somma da investire in ambito culturale e turistico e che sarà destinata alla ristrutturazione di Palazzo Botton per adeguarlo a Museo della Ceramica.