Attualità
castellamonte

E' tornato al lavoro Celestino Bianco, vittima della burocrazia che dopo un infortunio non lo faceva rientrare

Il dipendente Teknoservice finalmente ha ripreso il suo posto.

E' tornato al lavoro Celestino Bianco, vittima della burocrazia che dopo un infortunio non lo faceva rientrare
Attualità Castellamonte, 09 Novembre 2022 ore 12:29

Andrea Cane (Lega Salvini Piemonte): “Torna al lavoro Celestino Bianco: occorre tendere la mano a chi si impegna senza nascondersi dietro la burocrazia".

Celestino Bianco domani tornerà al lavoro

"Un altro bel giorno per il nostro Canavese, dal momento che torna al lavoro Celestino Bianco, dipendente della TeknoService della sede di Castellamonte, che nel dicembre del 2020 si era infortunato durante le attività lavorative, ma non poteva tornare al suo impiego per difficoltà dell'Inail ad effettuare la visita collegiale di controllo".

A darne l’annuncio il vicepresidente della commissione Sanità del Consiglio regionale del Piemonte, il canavesano della Lega Andrea Cane.

La vicenda

"Quando avevo appreso della vicenda umana e lavorativa di Celestino Bianco - ha proseguito Andrea Cane - avevo provato profondo sgomento. Un lavoratore che subisce un danno fisico durante la sua giornata operativa, in un momento reso ancora più complicato dal Covid, rischiando la propria occupazione per il mancato riconoscimento dell’infortunio sul lavoro che lo ha obbligato a convertire i suoi giorni di assenza in mutua ordinaria, non può essere lasciato solo dalle istituzioni. Ringrazio anche a nome di Celestino, che ho sentito oggi, tutti coloro i quali in questi mesi si sono interessati alla sua vicenda personale, insieme alla TeknoService Italia e alla Fit Cisl, nelle persone di Francesco Tutone e Piero Grisolia, per aver fatto squadra nell'aiutare a trovare un primo spiraglio nella risoluzione del problema, insieme anche a don Angelo Bianchi. Ora auspichiamo che l’Inail si occupi del ricorso per il riconoscimento dell'infortunio di Celestino, affinché possa tornare a pieno titolo al suo impegno lavorativo. Chi chiede solo di lavorare merita il nostro rispetto e il pieno supporto di tutti coloro i quali sono chiamati a tendere una mano anche oltre la fumosità della burocrazia: in queste parole penso che ben si rifletta quel concetto di ‘Squadra Canavese’ che mi sta tanto a cuore".

Seguici sui nostri canali