Attualità
Solidarietà

Farmaci donati ai bambini, più di 50 al giorno

Oltre 50 al giorno i farmaci donati dai castellamontesi a favore dei bambini che vivono in situazioni disagiate

Farmaci donati ai bambini, più di 50 al giorno
Attualità Castellamonte, 27 Novembre 2021 ore 15:00

Farmaci donati ai bambini, più di 50 al giorno: l’iniziativa della Croce Rossa locale si è svolta con la collaborazione della Farmacia Garelli.

Farmaci donati ai bambini, più di 50 al giorno

In occasione della Giornata Mondiale dei diritti dell’Infanzia, la Croce Rossa Italiana di Castellamonte ha ricoperto, ancora una volta, un ruolo fondamentale. Dal 15 al 20 novembre, grazie alla collaborazione con la farmacia Garelli, i volontari della CRI hanno trascorso le loro giornate a raccogliere i presidi e i farmaci da banco da destinare ai bambini in condizione di povertà sanitaria.

L'iniziativa

L’iniziativa, creata dalla Fondazione Francesca Scarava a livello nazionale, ha visto, tra i suoi partner, proprio la CRI. Nella città della ceramica i risultati sono stati ottimi: più di cinquanta donazioni ogni pomeriggio, per un totale di circa trecentocinquanta. «Vogliamo ringraziare la Farmacia Garelli per l’immediata adesione nel coadiuvare i nostri volontari nella raccolta e nell’indirizzare i clienti verso i farmaci migliori da donare - ha affermato Danilo Lano, responsabile ufficio stampa del comitato CRI di Castellamonte - Un ringraziamento va anche a tutti i volontari che hanno preso parte al progetto. Infine, ultime ma non ultime, tutte le persone che hanno partecipato all’iniziativa. I numeri dei presidi e dei farmaci raccolti sono stati davvero alti e, come sempre, possiamo contare sui castellamontesi che, ogni volta, ci lasciano soddisfatti. Abbiamo organizzato, nel tempo, attività di questo tipo in altre occasioni e la città della ceramica risponde sempre in modo più che positivo. Abbiamo capito che si fida di noi e non possiamo che esserne grati». Un grande esempio di collaborazione tra diverse realtà che hanno avuto un unico nobile fine comune: dare un contributo importate a tutti quei bambini che purtroppo si trovano a vivere in condizione di povertà sanitaria.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter