Attualità
sostegno alle famiglie

Il Comune di Leini stanzia 80mila euro di contributo per il riscaldamento alle famiglie

Scadenza domande il prossimo 31 gennaio

Il Comune di Leini stanzia 80mila euro di contributo per il riscaldamento alle famiglie
Attualità Leini, 30 Dicembre 2022 ore 07:23

Il Comune di Leini stanzia 80mila euro di contributo per il riscaldamento alle famiglie. 70 mila euro di utile di Provana Calore Srl, integrati da 10 mila euro integrati dal Comune: 42mila per gli utenti del teleriscaldamento, 38mila per le famiglie leinicesi che hanno contratti differenti da Provana Calore Srl.

80mila euro di contributo per il riscaldamento alle famiglie

Come annunciato dal sindaco Pittalis in Consiglio Comunale, il Comune di Leini ha aperto il bando per i contributi una tantum per le spese di riscaldamento, utilizzando l’intero utile di Provana Calore Srl, pari a 70mila euro. 42mila euro (il 60% della somma a disposizione) andrà agli utenti leinicesi del teleriscaldamento; il restante 40% andrà invece ai cittadini leinicesi che hanno contratti con fornitori diversi da Provana Calore per una somma paria a 28mila euro, a cui si aggiungono 10mila euro di fondi propri messi a disposizione dal Comune per un totale di 38mila euro.

Chi può richiedere il contributo

Possono accedere all’assegnazione del contributo:

  • i cittadini italiani, o appartenenti ad uno Stato dell’Unione Europea, oppure appartenenti ad uno Stato esterno all’Unione Europea con regolare titolo di soggiorno;
  • gli utenti domestici residenti nel Comune di Leini da almeno un anno che utilizzano il teleriscaldamento e/o altra modalità di fornitura di riscaldamento con un contratto diretto o con un impianto condominiale;
  • non assegnatari di alloggi di edilizia sociale;
  • in possesso di un’attestazione ISEE ordinario o corrente in corso di validità del nucleo familiare recante un importo non superiore ad € 20.000,00;
  • residenti in immobili di categoria catastale A2,A3,A4, A5,A6,A7;

 

La richiesta di contributo dovrà essere presentata e sottoscritta da uno solo dei membri del nucleo familiare. In presenza di contratto di locazione, comodato, usufrutto e fornitura intestata al proprietario dell’alloggio è necessario che lo stesso ne attesti l’effettivo utilizzo da parte del richiedente. L’unità immobiliare a cui sono riferite le utenze domestiche deve essere utilizzata come abitazione principale del richiedente e del suo nucleo familiare e corrispondere all’indirizzo di residenza.

Importo del contributo

L’entità massima del sostegno economico è stabilita sulla base dei componenti del nucleo familiare:

  • € 150,00 per nuclei familiari composti da un solo componente;
  • € 200,00 per nuclei familiari composti da due componenti;
  • € 250,00 per nuclei familiari composti da tre componenti;
  • € 350,00 per nuclei familiari composti da quattro o più componenti;

L’agevolazione si configura come contributo una tantum.

Graduatoria

I contributi verranno erogati fino ad esaurimento delle somme a disposizione dell’Amministrazione ed in caso di economie al termine del presente bando l’Amministrazione valuterà la possibilità di una ridistribuzione del contributo in modo proporzionale tra gli aventi diritto della graduatoria principale.

All’esito dell’istruttoria delle domande verranno redatte due apposite graduatorie (utenti teleriscaldamento ed utenti con contratto di fornitura gas, ma diversi dal teleriscaldamento) secondo i seguenti criteri e punteggi:

CONDIZIONE ISEE PUNTEGGIO
<= € 11.000,00 4
Tra 11.000,01 ed € 16.000,00 2
Tra 16.000,01 ed € 20.000,00 1
COMPOSIZIONE NUCLEO FAMILIARE
4 o più componenti 4
3 componenti 3
2 componenti 2
1 componente 1
Presenza nel nucleo familiare di un componente con situazione di disabilità grave ai sensi dell’art. 3, comma 3 Legge 104/1992 - aggiuntivo 1

Le graduatorie verranno redatte con ordine decrescente dei punteggi assegnati a ciascun richiedente, in base al punteggio ottenuto; a parità di punteggio prevarrà l’ISEE inferiore.

In nessun caso l’entità del contributo potrà superare l’importo delle utenze domestiche presentate a corredo della domanda.

I nuclei familiari dovranno presentare istanza entro e non oltre il termine del 31.01.2023, fornendo le informazioni e dichiarazioni di cui agli schemi di domanda disponibili sul sito istituzionale del Comune di Leini. 3. Le domande dovranno essere presentate a mano presso l’Ufficio protocollo del Comune di Leini sito in via Ricciolio n. 43 oppure via mail al seguente indirizzo mail: bonus.calore@comune.leini.to.it.

 

Il commento del Ssndaco Pittalis

"60mila euro per i buoni spesa, 50mila per il bonus diritto allo studio, il blocco alle tariffe del teleriscaldamento, i cantieri Over58, 80mila euro per i contributi al teleriscaldamento, 30mila per i contributi famigliari una tantum (il bando si aprirà a gennaio, ma la determina sarà pubblicata in questi giorni all’albo pretorio), sono gli interventi a sostegno delle famiglie colpite dalla crisi e dall’inflazione che l’Amministrazione ha messo in campo da settembre a oggi. Sono dati che non hanno bisogno di commento. Tranne uno: come il blocco delle tariffe del teleriscaldamento, anche i contributi di questo bando non avremmo potuto nemmeno averli in disponibilità, altro che erogarli, senza il compimento della fusione inversa tra Provana Calore Srl e Provana SpA. Un risultato fondamentale, conseguito con tanto lavoro e impegno, che magari non ha fatto particolare rumore un anno fa, quando è stato conseguito, ma che oggi mostra i suoi effetti, permettendoci di erogare somme e di bloccare aumenti che invece sarebbero finiti nel calderone della liquidazione di Provana SpA".

Seguici sui nostri canali