Attualità
Forno Canavese

Il «Mulino Val» apre ai turisti: si può mangiare e alloggiare

Un taglio del nastro speciale e a lungo atteso.

Il «Mulino Val» apre ai turisti: si può mangiare e alloggiare
Attualità Alto Canavese, 02 Luglio 2022 ore 05:41

Il «Mulino Val» apre ai turisti: si può mangiare e alloggiare.

Il «Mulino Val» apre ai turisti

Un taglio del nastro speciale e a lungo atteso. Quello per l’inaugurazione del Mulino Val che domenica 19 giugno si è presentato in tutta la sua bellezza. Il vicesindaco Vincenzo Armenio ha molti ringraziamenti da fare e li rivolge a molte persone con emozione.

Le parole del vicesindaco Armenio

«Quello che più mi mancano di quel giorno sono "i volontari”, un gruppo di amici uniti, forti, che, nel proprio ruolo, lavora interrottamente con grande professionalità, regalando un sorriso qua e lá, rendendo la gente partecipe e soddisfatta - commenta Armenio -Tantissime sono le note positive, ma, credetemi , la mia soddisfazione e la stima che ho per voi è più grande di ogni trofeo raggiunto. Sono davvero orgoglioso di avere delle associazioni degli amici che lavorano interrottamente e fanno squadra con responsabilità e tanto amore. Un particolare ringraziamento va: alla Pro Loco alla Filarmonica, al Grup po A.I.B di Forno, ai nostri Alpini ai Fuoristradisti AFP Valli del Canavese, agli amici del Mulino, a tutti i nostri colleghi degli uffici comunali che lavorano dietro le quinte, agli hobbisti, agli artigiani, ai commercianti intervenuti al mercatino, a l l’associazione olivicoltori piemontesi Asspo, alla scuola di scultura e intaglio del legno di Marco Rolando e alla presentazione del suo libro “Max il Funambolo", ai piccoli Paluce alla Biblioteca di Forno rappresentata da Gianfranca Savio, agli alunni della scuola secondaria dell'Istituto Comprensivo di Forno, alla dimostrazione di Downhill con Claudio Perotti, all'Official Fan Club Egan Bernal con la presentazione del libro di Paolo Ghiggio “Torino e provincia su due ruote", alle nostre bellissime e affascinanti ballerine “Streghe", Cinzia e Maria Cristina, con il loro spettacolo danzante e le Poesie di Santo R Saraco , un grazie a tutti i protagonisti che si sono prestati a fare gli eventi in maniera da farci passare un pomeriggio tra amici...sí , perché chi è venuto a condividere con noi questo momento così importante sono considerati AMICI. Un particolare ringraziamento alle autorità intervenute: al Maresciallo Capo della Stazione dei Carabinieri di Rivara Giovanni Conte, all’Onorevole Francesca Bonomo, al Consigliere Regionale Mauro Fava, al Consigliere della Città Metropolitana Pasquale Mazza, ai comuni intervenuti, Levone, Rivara, Prascorsano e Castellamonte, al direttore del CISS 38 Nicoletta Bellin. Grazie a tutti!».

3 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter