Attualità
ivrea

"Ivrea maglia nera delle galere del Piemonte" l'etichetta fa infuriare il garante dei detenuti

"Capisco che il redattore che ha fatto il titolo forse è prestato dalla redazione sportiva e immagina che ci sia un giro del Piemonte fra i penitenziari, capisco quasi tutto ma posso lamentarmi con lei per la superficialità e la banalità?"

"Ivrea maglia nera delle galere del Piemonte" l'etichetta fa infuriare il garante dei detenuti
Attualità Ivrea, 01 Gennaio 2022 ore 17:32

"Ivrea maglia nera delle galere del Piemonte" l'etichetta fa infuriare il garante dei detenuti Raffaele Orso Giacone: " capisco che il redattore che ha fatto il titolo forse è prestato dalla redazione sportiva e immagina che ci sia un giro del Piemonte fra i penitenziari, capisco quasi tutto ma posso lamentarmi con lei per la superficialità e la banalità?"

"Ivrea maglia nera delle galere del Piemonte"

Riceviamo e pubblichiamo lo sfogo del garante dei detenuti del carcere di Ivrea Raffaele Orso Giacone, arrabbiato per il titolo apparso su La Stampa di ieri, venerdì 31 dicembre 2021. Un titolo "superficiale e banale" secondo Orso Giacone che definisce il carcere di Ivrea "la maglia nera delle galere del Piemonte".

Buongiorno, sono il garante dei diritti delle persone private della libertà del comune di Ivrea e devo dire che stamattina mi avete rovinato se non il capodanno, almeno la colazione.
Il titolo che appare sulla stampa di oggi (ieri, 31 dicembre 2021 n.d.r), nella cronaca locale che proclama che il carcere di Ivrea sia la maglia nera delle galere del Piemonte proprio non mi garba.
Capisco che l'estensore dell'articolo si sia basato sui comunicati stampa o sui resoconti dell'incontro dell'altro giorno in regione e abbia raccolto la filastrocca delle lamentele, capisco che il redattore che ha fatto il titolo forse è prestato dalla redazione sportiva e immagina che ci sia un giro del Piemonte fra i penitenziari, capisco quasi tutto ma posso lamentarmi con lei per la superficialità e la banalità?
Un titolo cosi penalizza gli operatori, il personale, i volontari, ma anche, mi lasci dire, la città e sopratutto i detenuti.
Certamente a Ivrea, in corso Vercelli non tutte le cose filano lisce e, anche se da poco tempo ricopro questo incarico, lo frequento da quasi vent'anni come volontario posso fare un elenco lungo e dettagliato dei capitoli aperti, ma se uno avesse partecipato alla conferenza stampa avrebbe scoperto che in due carceri ci sono padiglioni chiusi e non restaurati da dieci anni, tanto che Bruno Mellano si è impegnato a denunciare la situazione alla Corte dei conti. Avrebbe raccolto l'appello per la situazione della sanità fatiscente in alcune carceri, avrebbe citato come un carcere con il 41 bis cambia i direttori una volta l'anno e in un altro ci sono stati nel 2021 quattro direttori e via cosi.
Gentile Direttore adesso i buoi sono scappati e la fake news è partita, ma se crede io sono disposto a raccontarle non solo dei serramenti in plexigas che fanno entrare l'acqua, (ma che, come ho detto nella conferenza stampa, è partita la gara di appalto per sostituirli, come mi ha detto qualche giorno fa il responsabile della MOF, la gestione della manutenzione interna) ma anche del modo con cui si gestisce questo nuovo picco di infezioni del virus, dei progetti per il lavoro, della collaborazione con il comune e con il territorio e di tante altre piccole notizie che possono servire meglio a collegare questa parte di società con il resto degli abitanti.
Comunque per favore controlli che i titoli ad effetto non siano notizie false!
Buon Anno!

Raffaele Orso Giacone