Attualità
Nole

La Sala di Lettura della biblioteca di Nole intitolata agli amici Giampiero e Cesare

La cerimonia si è svolta sabato 17 presso la «casa delle associazioni» con il ricordo di Gamalero e Tessarin e lo scoprimento della targa

La Sala di Lettura della biblioteca di Nole intitolata agli amici Giampiero e Cesare
Attualità Lanzo e valli, 02 Gennaio 2023 ore 06:53

La cerimonia si è svolta sabato 17 presso la «casa delle associazioni» con il ricordo di Gamalero e Tessarin e lo scoprimento della targa.

Sala di Lettura della biblioteca di Nole

E’ stata una festa. Una bellissima festa per due amici che non ci sono più. Nella tristezza del ricordo di due nolesi che hanno lavorato alla creazione e apertura della biblioteca nolese e ne sono stati volontari per tanti anni, e l’emozione quando il tricolore è stato tolto dalla targa tra gli applausi dei numerosi presenti. A Giampiero Gamalero e Cesare Tessarin – infatti – è stata intitolata la sala di lettura della biblioteca.

La targa

«Cittadini appassionati, amici della lettura». Ecco la frase che è impressa su quella targa, voluta fortemente (così come l’intitolazione) da tutto il Consiglio comunale. La proposta è arrivata prima della pandemia dal Circolo PD di Nole e di Villanova, e si è purtroppo arenata quando il Covid ha bloccato il vivere quotidiano di tutti, di conseguenza anche la burocrazia. Nelle scorse settimane, l’Amministrazione comunale ha ricevuto l’ok dalla Prefettura e così è immediatamente partita l’organizzazione della cerimonia che si è svolta nella mattinata di sabato 17 dicembre.

La cerimonia

Molte le persone che si sono riunite nella sala polivalente della Casa delle Associazioni di via Torino dove è ubicata la biblioteca. E’ stato l’assessore Claudia Audi ad occuparsi dell’organizzazione dell’evento coadiuvata da l l’assessore Samuele Muscas. Durante la cerimonia si è parlato di loro: Giampiero e Cesare.

Giampiero

Il primo, classe 1947, è deceduto il 1 maggio del 2020. E’ sempre stato impegnato nella vita politica e sociale e negli anni tra il 2011 e il 2012 lavora fianco a fianco dell’allora assessore alla Cultura Angela Cometto per creare la biblioteca a Nole della quale si occupa per anni, insieme a Cesare, della catalogazione dei libri, della collaborazione con le altre della zona, fino ad occuparsi del montaggio degli arredi rimboccandosi le maniche per un progetto in cui ha creduto fin dal suo esordio. Diventa il coordinatore del gruppo dei volontari con i quali diffonde l’esistenza e attività della biblioteca con iniziative varie, allestendo dei banchetti informativi durante le manifestazioni del paese.

Cesare

L’amico e collaboratore, Cesare Tessarin, classe 1942, è morto all’inizio del 2020. Grande appassionato di fotografia, lavora per la Fiat trascorrendo oltre 25 anni in Sudamerica, Nordafrica, Africa Centrale e Medioriente imparandone le lingue, cultura e tradizioni. Nel 1999 va in pensione e si dedica alle sue grandi passioni: il teatro, la musica e la lettura ed è proprio questa che gli fa conoscere la biblioteca per la quale inizia a prestare servizio come volontario. A parlare di loro, nel corso della cerimonia sono stati l’ex assessore Angela Cometto, Duilio Chiarle, referente comunale della biblioteca.

Il ricordo

Parole di elogio per il lavoro svolto in tutti questi anni sono state espresse dal sindaco Luca Bertino e anche da Arduino Baietto, ex presidente della Casa di Riposo “Piovano Rusca” e amico di Giampiero e di Cesare. Ne l l’occasione – Baietto – ha donato alcuni suoi libri alla biblioteca. Cristiano Falcom er, de “I Lunatici” ha letto alcuni brani tratti da libri molto cari ai due. «Questa cerimonia ci riempie di felicità, al termine di un percorso durato due anni da quando come circolo Pd avanzammo la proposta alla maggioranza comunale – commenta Davide Arminio - Si trattava di un'idea nata in modo spontaneo e immediato, a giugno 2020, per rispondere alla domanda di come ricordare nel modo più degno due amici, due cittadini appassionati e impegnati e, nel caso di Giampiero, un compagno di viaggio del nostro circolo per molti anni. Quale luogo migliore della biblioteca, che entrambi hanno aiutato a far nascere e far diventare un presidio di cultura per il paese di Nole? Sono stati due anni in cui non ci siamo mai stancati di portare avanti questa nostra proposta, e la grande partecipazione di sabato ci ha dimostrato che questa intitolazione è stata un grande dono a chi ha conosciuto Giampiero e Cesare e ha voluto loro bene. E' stato bello che così tante persone abbiano voluto esserci per accompagnare i familiari di Cesare e Giampiero a scoprire la targa che ci permetterà d'ora in poi di tenere viva la loro memoria e il loro insegnamento di vita, in un luogo prezioso per tutti noi».

Poi lo scoprimento delle targhe da parte delle vedove Gamalero e Tessarin tra gli applausi delle numerose persone che hanno voluto, con la loro presenza, rendere omaggio ai due cari amici nolesi.

Seguici sui nostri canali