Green Pass

Lo sfogo di Cosmo, il cantante scrive al Ministro Franceschini

Si del cantante eporediese ai suoi live come esperimenti di concerti con Green Pass e senza distanziamento, ma non è ancora stato contattato dal Ministero

Lo sfogo di Cosmo, il cantante scrive al Ministro Franceschini
Attualità Ivrea, 12 Settembre 2021 ore 13:30
Lo sfogo di Cosmo, il cantante scrive al Ministro Franceschini: "I miei concerti apripista per i live con Green Pass, ma non sono stato contattato"

Lo sfogo di Cosmo, il cantante scrive al Ministro Franceschini

"MESSAGGIO IMPORTANTE PER IL MINISTRO FRANCESCHINI: è apparsa la notizia che Lei, Ministro Dario Franceschini, abbia mostrato intenzione di proporre i miei concerti di ottobre come test apripista per riaprire i live con green pass e senza distanziamento. Aldilà di quello che scrivono i giornali, tuttavia, nessuno ha contattato me o i membri dello staff per parlare di questa proposta. Caro Ministro, sapete dove trovarmi".

"Fare un test in un live outdoor"

"Non capisco quale sia il problema a fare un test di un live outdoor con persone DOTATE DI GREEN PASS dopo che per tutta l’estate in tutta Italia migliaia e migliaia di persone hanno ballato liberamente ogni weekend - continua il cantante - Dopo che il 70% della popolazione si è vaccinata. Dopo che è stato introdotto un pass che rende gli ambienti a ridottissimo rischio di circolazione del virus. Mi stupisce il fatto che il Governo voglia convincere a vaccinarsi persone che notano proprio queste contraddizioni. Gli oppositori al pass e chi non vuole vaccinarsi rimarranno di quest’idea perché l’unica cosa che darebbe senso a tale misura è una maggiore apertura e il superamento delle restrizioni nel nostro ambito. Io non sto chiedendo di riaprire il settore oggi. Ma un test del genere che problemi potrebbe creare alla società? Credete davvero che con milioni e milioni di studenti e lavoratori che circoleranno per le strade e i mezzi delle città, un esperimento come il nostro possa costituire un pericolo significativo? Di cosa avete paura?"

"Non vogliamo stare sempre in coda agli altri settori..."

"Perché non bloccate altri settori produttivi per permetterci non dico l’apertura immediata ma ALMENO L’ESPERIMENTO? Davvero dobbiamo sempre stare in coda a tutti gli altri settori? Mi spiegate cosa abbiamo di così imbarazzante e indifendibile? Cosa abbiamo di così schifoso da dover sempre essere qualcosa di cui vergognarsi? Mi sento un rifiuto della società ogni tanto, caro Ministro. Scusi lo sfogo, ma volevo essere sincero - conclude Cosmo - Mettere a nudo quello che provo come artista, come cittadino e lavoratore. Come essere umano. Stiamo vivendo in un paradosso che vede i concerti militarizzati mentre letteralmente fuori dai cancelli la vita scorre normale. È umiliante che si parli ancora di “esperimenti” dopo tutto questo tempo, ma come ho detto dall’inizio sono e siamo disposti a discutere anche di questa opportunità. Purché si faccia qualcosa e non si perda più tempo".