Attualità
film commission

Nel futuro di Cuorgnè un set cinematografico

Sì al Protocollo di intesa con la Fondazione «Film Commission Torino Piemonte».

Nel futuro di Cuorgnè un set cinematografico
Attualità Cuorgnè, 17 Gennaio 2022 ore 00:14

Nel futuro di Cuorgnè un set cinematografico: la Città si è infatti candidata come scenario di nuove pellicole grazie al protocollo firmato con la Fondazione “Film Commission Torino Piemonte”.

Nel futuro di Cuorgnè un set cinematografico

La Città di Cuorgnè ha approvato il Protocollo di intesa con la Fondazione “Film Commission Torino Piemonte”. L’obiettivo è quello di valorizzare il territorio e il patrimonio turistico, ambientale, artistico e culturale della città attraverso la realizzazione di progetti cinematografici e televisivi. Insomma, la città delle due torri potrebbe diventare lo scenario di un set cinematografico, proprio come lo sono state nelle scorse settimane San Giorgio e Rivara che hanno fatto da sfondo al film del regista torinese Andrea Zalone dal titolo "Il giorno più bello", o come è stata nel recente passato Agliè, spesso scelta dai registi per le loro ambientazioni.

Una ghiotta opportunità

Ora anche Cuorgnè, grazie a questa collaborazione, potrebbe farsi scoprire (e riscoprirsi) in tutta la sua bellezza attraverso lo schermo in qualche nuova pellicola. La proposta dalla fondazione torinese era arrivata lo scorso dicembre ed è stata subito accolta con favore dal consiglio comunale che non si è certo lasciato sfuggire l’occasione per promuovere il territorio, considerando anche le ricadute positive che potrebbero avere attività alberghiere e di ristorazione, senza dimenticare il commercio che in questi mesi (anni ormai) di crisi pandemica sono fra i comparti che più hanno sofferto. Senza escludere, poi, la possibilità che l’allestimento di un set in città potrebbe portare anche lavoro attraverso l’utilizzo di manodopera locale: basti pensare a l l’eventuale impiego degli operatori specializzati come elettricisti, macchinisti, falegnami e tutti gli artigiani che potrebbero trovare lavoro al suo interno. E poi ci sono le comparse… Insomma, la collaborazione con Film Commission altro non è che un piccolo passo, ora bisogna attendere che qualche giovane regista scelga la città delle due torri per il suo film e riesca a far emergere tutta la sua bellezza così da far conoscere il territorio anche fuori dai confini canavesani.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter