Attualità
rilancio turistico

Nuova vita al Mulino Val, presto aprirà un punto ristoro

Il vice sindaco Vincenzo Armenio illustra i prossimi progetti tra i quali c’è anche il rilancio di località Milani

Nuova vita al Mulino Val, presto aprirà un punto ristoro
Attualità Alto Canavese, 09 Marzo 2022 ore 06:22

Nuova vita al Mulino Val, presto aprirà un punto ristoro; il vice sindaco Vincenzo Armenio illustra i prossimi progetti tra i quali c’è anche il rilancio di località Milani.

Nuova vita al Mulino Val

L’inaugurazione potrebbe essere già dopo Pasqua. Aperta a tutti coloro che vogliono scoprirne la bellezza e le caratteristiche. Protagonista in questione è il Mulino Val. Quello tanto caro anche al presidente della Regione Alberto Cirio che si è reso disponibile (con grande entusiasmo) a sostenere il rilancio turistico del paese, partendo proprio dalla particolare struttura, unica nel suo genere in tutta Italia. La caratteristica struttura che si erge in mezzo ad un terreno di 16.000 metri quadrati e che, iniziata nel 1969 si è conclusa nel 1972. Una bella struttura dietro la quale c’è una storia triste. Il Mulino è stato realizzato da una famiglia in memoria del figlio che era un grande appassionato di mulini a vento, stile olandese, come quello che impera su Forno e che è da molti anni meta di visite dei turisti che se lo trovano davanti percorrendo i sentieri e camminamenti: ben 150 Km che si possono percorrere andando a scoprire luoghi bellissimi che uniscono un Comune all’altro.

Riqualificazione

Il Mulino Val è diventato di proprietà comunale da un mese e mezzo. Acquistato (terreno compreso) da un privato che, a sua volta, lo aveva comprato dalla proprietaria, la signora Val. Una spesa che per le casse comunali si è tradotta in 110.000 euro. Obiettivo? A spiegarlo è il vicesindaco di Forno, Vincenzo Armenio. «Vogliamo rilanciare il territorio partendo proprio dal Mulino Val – illustra l’amministratore. Vogliamo che sia sempre aperto a tutti coloro che lo vogliono visitare e che sia un punto ristoro dove poter mangiare o solo prendere un caffè. Ci sono anche due posti letto per dormire ma per noi la cosa importante è farne una tappa su un lungo percorso di sentieri ciclo pedonali. Il Mulino è particolare. Le pale ruotano e anche la sommità gira su se stessa. Sfruttando la forza eolica autoproduce energia elettrica e grazie ad una fontana crea l’approvvigionamento per l’acqua. Provvederemo anche ad ampliare l’area pic-nic che già attualmente la circonda e faremo un bando per l’assegnazione della gestione del Mulino che si occupi del ristoro. Ci siamo recati in Regione come Amministrazione, per presentare al governatore Cirio questo nostro progetto, insieme ad altri due che puntano sempre al rilancio del nostro paese dal punto di vista turistico».

Rilanciare località Milani

Una struttura, in Località Milani, già c’era. Costruita però su un terreno geologicamente poco adatto a supportare una struttura del genere che è quindi stata abbattuta, per sicurezza. E’ però un sito importante perché si trova ai piedi del Monte Soglio e quindi è strategico dal punto di vista turistico. «Vogliamo rilanciare anche quel luogo che rientra nei percorsi ciclabili e pedonali da poter effettuare – spiega l’assessore Armenio – Il progetto è quello di realizzare una struttura ricettiva in legno di non grandi dimensioni ma da poter usare come punto ristoro.
Abbiamo preventivato una spesa di 800.000 euro e presentato anche questo progetto al presidente Cirio».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter