Attualità
Trasporti

Odissea dei pendolari si chiede di potenziare il servizio sulla Torino Ceres

Incrementando urgentemente il servizio extraurbano

Odissea dei pendolari si chiede di potenziare il servizio sulla Torino Ceres
Attualità Lanzo e valli, 23 Ottobre 2021 ore 11:19

Odissea dei pendolari si chiede di potenziare il servizio sulla Torino - Ceres.

Odissea dei pendolari

Da Borgaro o Caselle è un'Odissea dei pendolari ogni giorno lungo la tratta sulla  Torino Ceres. Ed il consigliere Alberto Avetta (Pd) ha dichiarato: “Chiediamo alla Regione Piemonte di accogliere le richieste dell’Osservatorio Torino-Ceres, potenziando urgentemente il servizio extraurbano.”

Il commento di Avetta

«Nei mesi scorsi avevamo richiamato l’attenzione della Regione Piemonte sui disagi e disservizi che colpiscono gli utenti della linea SFMA Torino-Ceres, in particolare i viaggiatori che da Caselle o Borgaro cercano di raggiungere il centro di Torino, sollecitando l’introduzione di correttivi per migliorare la situazione da qui all’inizio 2023, quando finalmente saranno completati i lavori per il passante ferroviario ed entrerà in funzione il collegamento tra le valli di Lanzo con il centro cittadino. Invece, tutti i problemi paiono essere irrisolti, a Borgaro il servizio navetta è spesso in ritardo o sovraffollato, con i pendolari costretti a “lottare” per accaparrarsi un posto su bus già pieni, con il rischio di non riuscire a salire e rimanere a piedi. Scene che si ripresentano identiche ogni singolo giorno, ormai da troppi mesi, come puntualmente segnalato dall’Osservatorio Torino-Ceres. Per questo ho presentato un’Interrogazione, perché gli abitanti di quei territori non possono soffrire un altro anno e mezzo in queste condizioni, e i viaggi per studio o lavoro non possono trasformarsi in un’odissea quotidiana».

Potenziare il servizio

«La linea SFMA Torino-Ceres e la Strada provinciale 1 sono le sole grandi infrastrutture di collegamento tra le Valli di Lanzo e Torino. I disagi e i disservizi che continuano a verificarsi sono inaccettabili, una ripetuta mancanza di rispetto verso chi vive nelle vallate piemontesi. Chiederemo alla Regione Piemonte di ascoltare le richieste dei pendolari, potenziando urgentemente il servizio extraurbano, eventualmente inserendo più corse da e per Cirié per sgravare la tratta Caselle-Torino a favore dei cittadini di Caselle e Borgaro. Miglioramenti strutturali del trasporto pubblico locale sono l’unico modo per evitare il riprego da parte dei cittadini sul mezzo privato».