Attualità
premiazione

Oglianico si aggiudica il primo posto al Torneo delle Città Medievali di Ciriè

Domenica 19 gli atleti hanno partecipato all’evento insieme al gruppo Sbandieratori e Musici canavesano.

Oglianico si aggiudica il primo posto al Torneo delle Città Medievali di Ciriè
Attualità Rivarolo, 25 Giugno 2022 ore 06:17

Oglianico si aggiudica il primo posto al Torneo delle Città Medievali di Ciriè. Domenica 19 gli atleti hanno partecipato all’evento insieme al gruppo Sbandieratori e Musici canavesano

Oglianico vince il Torneo delle Città Medievali di Ciriè

Domenica 19 giugno c'è stata la prima trasferta ufficiale del gruppo degli “Sbandieratori e Musici” di Oglianico. La realtà aggregativa si è infatti recata a Cirié per partecipare al “Torneo della Città Medievali”. La compagine ha animato il corteo pomeridiano con alcune esibizioni, sventolando per il Ciriacese le bandiere a scacchi giallo-nere. Una presenza che ha portato fortuna al paese canavesano che si è assicurato, al termine delle quattro tenzoni equestri, la vittoria al torneo.

Soddisfazione dalla Pro Loco

Commenta Ambrogio Toffanin, presidente della Pro Loco, a cui gli sbandieratori sono collegati: «Si è trattato solo di fortuna ma ci ha fatto comunque piacere. Dopo due anni di emergenza sanitaria, finalmente sono riprese anche le manifestazioni storiche. Questa è stata la prima uscita ufficiale dal paese. I figuranti in costume vi hanno preso parte ma eravamo ben rappresentati dai giovani».

Musici e Sbandieratori di Oglianico

I “Musici e Sbandieratori di Oglianico” hanno esordito lo scorso primo maggio in piazza Ricetti con uno spettacolo molto coinvolgente ed entusiasmante che ha dato il via alle “Idi di Maggio”.
Una rievocazione che è, poi, proseguita nel primo fine settimana del mese e ha visto impegnato tutto il paese. Il 2022, inoltre, era un anno particolare in quanto ricorreva il quarantesimo anniversario. In realtà si trattava del quaranta più due, se si fossero contati i due anni di fermata a causa del Covid-19. Le immagini e le storie del gruppo storico sono state riassunte in una mostra che ha ispirato un volume. Correva l'anno 1980 quando un gruppo di persone ha deciso di mettere al rogo, per la festa di carnevale, il fantomatico Monferrato, nemico dei Savoia. Da quel momento sono iniziate le ricerche sul periodo medievale, traducendo dal latino gli statuti del 1352. Proprio a quel testo s'ispirano i personaggi del Console, Credenzieri, Manderi, Campanari ed Estimatori. Nel corso dell'estate il gruppo continuerà a muoversi nel Nord Italia, come conferma Toffanin: «Domenica 26 giugno saremo a Pavone per la rievocazione storica. Per il 24 luglio siamo attesi a Verres e, infine, il 27 agosto prenderemo parte all'iniziativa di Finale Ligure. Naturalmente saremo accompagnati dagli sbandieratori e musici».
I ragazzi sono circa una trentina. S'allenano ogni settimana. Nella bella stagione in un'ampia area in paese, mentre in inverno, prima del Coronavirus, ci si ritrovava in palestra a Favria. Per riuscire a tirare in aria e riprendere con sicurezza il vessillo è necessario parecchio esercizio, al fine di coinvolgere gli spettatori.

3 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter