Attualità
Bosconero

Poco tempo e costi alti, niente «Sagra del Tomino» per il 2022

La Pro Loco di Mastri punta sulla patronale.

Poco tempo e costi alti, niente «Sagra del Tomino» per il 2022
Attualità Alto Canavese, 04 Maggio 2022 ore 11:59

Poco tempo e costi alti, niente «Sagra del Tomino» per il 2022. La Pro Loco di Mastri punta sulla patronale.

Niente «Sagra del Tomino» per il 2022

«Quest'anno la “Sagra del Tomino” non verrà organizzata» annuncia Alessandro Gedda, presidente della Pro Loco di Mastri, sgombrando il campo da ogni dubbio o speranza. Nel 2022 sono ripartite diverse manifestazioni locali, volte a promuovere i prodotti locali, dopo due anni di pausa. Tuttavia nella frazione compresa tra i Comuni di Rivarolo, Bosconero e Feletto, si è deciso di restare fermi ancora per qualche tempo.

Il peso della pandemia sul bilancio

Le conseguenze dovute alla pandemia hanno messo in difficoltà diverse compagini locali e, in alcuni casi, occorre essere prudenti, come afferma Gedda: «L'ultima edizione risale al 22 e 23 giugno del 2019. Nel biennio appena passato non è stato possibile organizzare alcunché per incassare risorse utili ad allestire l'evento. Nella nostra decisione sono stati determinanti parecchi fattori. Innanzitutto gli impegni lavorativi di ciascun volontario non ne permettono lo svolgimento.

Costi elevati

In seconda battuta i costi da sostenere risultano essere esorbitanti, considerato che le utenze sono aumentate da alcuni mesi. Inoltre, cosa non meno importante, la prospettiva di organizzare una manifestazione così complessa in pochi mesi non è fattibile. A inizio 2022 le cose erano ancora incerte e, solo a marzo, si sono allentate le regole. Perciò abbiamo deciso di rinunciarci».

Problema sicurezza

Attualmente sono moltissimi i vincoli per coloro che vogliono proporre delle manifestazioni. Oltre a osservare un rigido protocollo anti-Covid, ricordiamo che sono ancora in vigore le linee guida del provvedimento Gabrielli. Dopo i fatti di piazza San Carlo a Torino, infatti, in tutta Italia, si sono imposte norme di sicurezza più restrittive che impongono di redigere, ogni anno, un piano delle vie di fuga. Senza contare, poi, che sono vietate le stoviglie di vetro.

Prossimi appuntamenti

L'associazione turistica di Mastri ritornerà in piazza? «Certo, intendiamo puntare sulla patronale. La prima settimana di ottobre di terrà la festa dei Santissimi Angeli Custodi, ai quali è dedicata la parrocchiale. Ultimamente ci siamo mobilitati, insieme a un gruppo di Argentera, per una raccolta solidale in aiuto all'Ucraina. Ma promuovere altre attività non ce la siamo sentita». A fine anno si terrà anche il rinnovo del direttivo e Gedda annuncia che: «Dopo dieci anni alla guida del gruppo è giusto che altri, con idee nuove, portino avanti la Pro Loco. Quindi, fin da ora, invito tutti coloro che hanno voglia di fare di entrare a far parte della nostra realtà aggregativa. In ogni caso intendo ancora far parte della compagine, accompagnando i nuovi ingressi. Con il Coronavirus non abbiamo attraversato bei momenti, ma ci siamo rimessi in piedi. Quindi speriamo che, con un consiglio direttivo rinnovato, il 2023 sarà l'anno della rinascita».

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter