Attualità
la classifica

Qualità della Vita 2021: Torino guadagna 45 posizioni

Il capoluogo piemontese si piazza al 19esimo posto.

Qualità della Vita 2021: Torino guadagna 45 posizioni
Attualità Torino, 15 Novembre 2021 ore 00:19

Qualità della Vita 2021, nella classifica stilata da Italia Oggi e l'Università La Sapienza di Roma Torino guadagna 45 posizioni passando dal 64esimo al 19esimo posto

Qualità della Vita 2021

Puntuale come ogni anno, anche a fine 2021 è tempo di bilanci e classifiche riguardanti la qualità della vita delle città italiane. A stilarla sono stati Italia Oggi e dall'Università La Sapienza di Roma in un rapporto dettagliato che prende in esame nove indicatori di benessere: affari e lavoro, ambiente, disagio sociale e personale, istruzione-formazione e capitale umano, popolazione, reddito e ricchezza, sicurezza, sistema salute e tempo libero.

19esimo posto per Torino

Nelle anticipazioni pubblicate ieri, domenica 14 novembre 2021, Torino ha fatto un balzo in avanti di ben 45 posizioni nella classifica generale rispetto al 2020 (passando dal 64esimo al 19esimo posto, prima tra i capoluoghi di provincia piemontesi. In Piemonte dopo Torino al secondo posto troviamo Verbano-Cusio-Ossola (20°), terza Cuneo (23°), quarta Novara (36°), quinta Biella (38°), sesta Vercelli (57°), settima Asti (63°) e fanalino di coda Alessandria (72°).

A vincere la classifica 2021 è invece Parma (lo scorso anno al 39esimo posto), è la città emiliana quella in cui si vive meglio in Italia, seguita da Trento e da Bolzano. Il luogo dove si vive peggio, invece, è Crotone (al 107esimo posto, perdendo una posizione rispetto allo scorso anno), preceduta da Napoli (nel 2020 al 103esimo posto) e Foggia (lo scorso anno ultima in classifica). La qualità della vita viene definita «buona» o «accettabile» in 63 province su 107, lo scorso anno erano 60 su 107.

Aosta e Siena capitali di sicurezza e tempo libero

Trieste si classifica in prima posizione nella classifica dell’istruzione e formazione, seguita da altre tre province del nord est, Bologna, Trento e Milano.
Reggio Emilia è al primo posto nella classifica ambientale, seguita da Pordenone, Mantova e Parma.
Bolzano e Bologna aprono la classifica della dimensione affari e lavoro, risultato che conferma quelli delle passate edizioni dell’indagine. A seguire Fermo, Trento e Cuneo, che a loro volta mantengono i piazzamenti ottenuti negli ultimi anni.
Aosta si classifica al primo posto nella classifica della sicurezza, scalando undici posizioni rispetto alla passata edizione dell'indagine. Seguono, nell'ordine, Rieti, Potenza e Pordenone.
Siena si conferma al primo posto nella classifica del tempo libero e turismo, confermando i piazzamenti conseguiti nelle passate edizioni, così come Rimini, Aosta e Verbano-Cusio-Ossola.