Attualità
ambiente

Qualità dell’aria e ordinanze, incontro con gli amministratori del Canavese occidentale

Entro il 15 di settembre dovrà essere garantita l'operatività delle misure.

Qualità dell’aria e ordinanze, incontro con gli amministratori del Canavese occidentale
Attualità Alto Canavese, 13 Maggio 2022 ore 14:07

Qualità dell’aria e ordinanze, incontro con gli amministratori del Canavese occidentale.

Qualità dell’aria e ordinanze

Proseguono gli incontri dedicati alla qualità dell’aria ed in particolare alla questione delle ordinanze sulle limitazioni al traffico ed altre misure che alcuni comuni del territorio non hanno ancora provveduto ad adottare nei rispettivi territori.
Nel pomeriggio di ieri, giovedì 12 maggio, si sono ritrovati on line i rappresentati delle amministrazioni comunali della Zona Omogenea 8 Cavanese occidentale, coordinate dalla portavoce e sindaca di Cuorgnè, i quali hanno approfondito il tema con il consigliere delegato all’Ambiente e qualità dell’aria della Città metropolitana di Torino, tecnici e dirigenti dell’ente.

Si cerca una soluzione

“Un utile lavoro di raccordo – ha ricordato il consigliere metropolitano – grazie all’impegno di portavoce e amministratori, dopo l’invito della Regione Piemonte a farci carico con i poteri sostitutivi ed imporre l’adozione delle ordinanze. E’ una prassi che non vorremmo applicare e l’obiettivo degli incontri è proprio quello di comprendere come giungere ad una soluzione ed evitare che qualche comune si trovi in difficoltà con i propri cittadini”.

La situazione

I Comuni di Bairo, Bosconero, Chiesanuova, Colleretto Castelnuovo, Cuceglio, Levone non hanno adottato o non hanno trasmesso l'ordinanza di limitazione delle emissioni. I Comuni di Castellamonte , Ciconio , Cintano, Cuorgne', Feletto , Forno Canavese , Lusigliè, Ozegna , Pont-Canavese , Salassa, San Giorgio Canavese , San Giusto Canavese , San Ponso , Vialfrè hanno invece adottato l'ordinanza con alcune criticità.

I Comuni interessati dall'ordinanza

Questo è invece l’elenco dei comuni che non devono adottare l'ordinanza: Alpette, Canischio, Castelnuovo Nigra, Ceresole Reale, Frassinetto, Ingria, Locana, Noasca, Ribordone, Ronco Canavese, Sparone, Valprato Soana.
Nel corso dell’incontro la Città metropolitana ha ribadito la propria disponibilità nel fornire aiuti e consulenza agli amministratori per risolvere dubbi e problematiche. Entro il 15 di settembre dovrà essere garantita l'operatività delle misure.
Tutte le info sui blocchi del traffico e sulle limitazioni delle emissioni su
http://www.cittametropolitana.torino.it/cms/ambiente/qualita-aria/blocchi-traffico

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter