Menu
Cerca
A Palazzo Antonelli

Il ringraziamento degli Alpini al sindaco di Castellamonte Mazza

Lorenzatto: Lo vogliamo ringraziare per quanto fatto con questo piatto in ceramica e con la promessa che gli Alpini saranno sempre presenti e pronti ad aiutare la comunità castellamontese.

Il ringraziamento degli Alpini al sindaco di Castellamonte Mazza
Attualità Castellamonte, 02 Giugno 2021 ore 18:26

Il ringraziamento degli Alpini al sindaco di Castellamonte. Sabato scorso, 29 maggio, le Penne Nere, che fanno parte della seziona Ana di Ivrea, si sono ritrovate a palazzo Antonelli per un omaggio speciale a Pasquale Mazza.

Il ringraziamento degli Alpini al sindaco di Castellamonte

Sabato scorso, 29 maggio, gli Alpini di Castellamonte, che fanno parte della sezione Ana di Ivrea, si sono ritrovati a palazzo Antonelli per un omaggio speciale al sindaco del paese, Pasquale Mazza. Il primo cittadino castellamontese nel 2020 aveva, infatti, destinato la sua indennità di fine mandato ad alcune associazioni locali, tra cui le Penne Nere, che avevano svolto un ruolo cruciale nell’aiutare la popolazione durante i mesi più duri della pandemia.

Targa speciale

Per questo motivo, al fine di ringraziarlo, gli Alpini locali, guidati dal capogruppo Aldo Lorenzatto, hanno consegnato a Mazza uno splendido piatto in ceramica realizzato dal socio Alpino e artista, Angelo Pusterla. «Siamo stati molto colpiti dal gesto del sindaco, Pasquale Mazza – ha spiegato Lorenzatto – Lo vogliamo ringraziare per quanto fatto con questo piatto in ceramica e con la promessa che gli Alpini saranno sempre presenti e pronti ad aiutare la comunità castellamontese». Il gruppo del paese della ceramica delle Penne Nere conta, ad oggi, tra soci e aggregati, ben 125 iscritti.

Le parole del primo cittadino

«Mi piace pensare che fare il sindaco sia una scelta compiuta con senso civico, cuore e passione, proprio come diventare Alpino. Non sapevo nemmeno che al primo cittadino spettasse un’indennità di fine mandato. Mi è venuto naturale pensare di devolverla, in tempo di pandemia, a chi aveva dato un contributo importante per la collettività. Senza di voi Alpini, come senza la Cri, l’Anc e i vigili del fuoco, l’Amministrazione da sola non ce l’avrebbe mai fatta a superare quei mesi delicati. Avete fatto moltissimo, a cominciare dalla distribuzione delle mascherine quando erano introvabili. Sono stati giorni difficili e complicati. Chi si prodigava per gli altri, come avete fatto voi, si esponeva anche a dei rischi. Il vostro è stato un atto di coraggio che doveva, ritengo, essere in qualche modo premiato. Accetto con piacere questo dono perché sono sempre stato molto legato agli Alpini. Per voi l’Amministrazione comunale ci sarà sempre, perché la presenza è la cosa più bella che ci possa essere». Gli Alpini di Castellamonte non potranno festeggiare quest’anno, a causa delle restrizioni dovute al Covid, il 90esimo di fondazione, ma stanno già organizzando una grande celebrazione per i 95 anni del gruppo.

4 foto Sfoglia la gallery